Home Chi Siamo I Viaggi Condizioni vendita Stampe & news Viaggi in partenza Foto e Filmati Contatti
© Copyright Azalai - Orizzonti Ritrovati
P.IVA 06021860488
Cercando l’insolito scoprirai l’inatteso I tuareg chiamano Azalaï la carovana che  raggiunge il centro del deserto del Sahara dove  un mare interno oramai prosciugato ha formato  una delle riserve di sale più grandi del mondo.  Il salgemma, sottoforma di lastre, viene  caricato sui dromedari e portato, dopo venti  giorni e ottocento chilometri attraverso uno dei  deserti più inaccessibili al mondo, a Timbuctù  dove l’Azalaï rappresenta il viaggio della vita;  solo dopo averne fatto almeno uno ci si può  sposare, darsi al commercio o svolgere un’attività  da adulti. Letteralmente la parola significa “la nostalgia del ritorno”, poiché alla fine  nulla sarà più come prima, il viaggio ha cambiato per sempre lo spirito di chi lo ha fatto  e gli ha dato occhi nuovi con cui vedere il mondo.  Scoprire, immaginare cosa si cela oltre le proprie conoscenze, la propria esperienza  quotidiana è stata da sempre la caratteristica che ha fatto dell’ uomo qualcosa di unico  rispetto a tutti gli altri esseri viventi; la meraviglia del nuovo e dell’ inatteso si sono  impadroniti dei nostri antenati spingendoli ad osare l’impensabile; questi esseri indifesi  e fragili abbandonarono l’Africa, la casa di tutti noi, attraversando deserti infuocati,  ghiacciai immensi, facendo dell’orizzonte la propria dimora, perchè in un mondo in  continua trasformazione dove nel giro di pochi anni le savane divenivano deserti e le  glaciazioni potevano stringere in una gelida morsa interi continenti, fermarsi equivaleva  a morire, a ipotecare il proprio futuro. Poi l’invenzione dell’agricoltura e la fine delle  glaciazioni portarono molti di loro a fermarsi e tornare a fissare il proprio orizzonte. Ma  oramai questo istinto a scoprire l’ignoto, faceva indissolubilmente parte del nostro  patrimonio genetico. Penso che questo stia alla base dell’irrequietezza dell’uomo  moderno, in fondo abbiamo un disperato bisogno di sorprenderci, perchè nel nuovo e  l’inatteso sentiamo di ritrovare qualcosa di noi che neppure pensavamo di avere, e  scopriamo la gioia profonda che si impadronisce dell’animo del viaggiatore. Con questa  “raccolta di orizzonti” Azalaï vuole darvi l’occasione di tornare a viaggiare verso culture  e spazi lontani dalle rotte del turismo, che solo l’esperienza diretta possono far  comprendere e amare. 
Azalai
Gli orizzonti ritrovati
Mappa interattiva viaggi
Home Viaggi in partenza  e confermati