Torna lista  Americhe

Patagonia la Ruta 40 con Ushuaia -13 giorni / 10 Notti

Per maggiori informazioni cliccare sulla barra gialla

Un luogo di incanto la Patagonia, terribile e meraviglioso al tempo stesso: dai grandi spazi e gli orizzonti di una terra in cui l’uomo è ospite e la natura sovrana, alla meraviglia della improvvisa apparizione di guglie granitiche, sentinelle di una possente Cordigliera che cela fantastici scenari di smisurati ghiacciai. La Ruta 40 è storicamente la “spina dorsale” argentina, la via che ha consentito commerci ed esplorazioni, sviluppata a ridosso delle Ande dall’estremo nord del Paese sino alla terra del Fuoco. La parte sud della Ruta 40 è certamente la più spettacolare ed emozionante.….

 

Patagonia la Ruta 40 con Fitz Roy -13 giorni / 10 Notti

Per maggiori informazioni cliccare sulla barra gialla

Un luogo di incanto la Patagonia, terribile e meraviglioso al tempo stesso: dai  grandi spazi e gli  orizzonti di una terra in cui l’uomo è ospite e la natura sovrana, alla meraviglia della improvvisa apparizione di guglie granitiche, sentinelle di una possente Cordigliera che cela fantastici scenari di smisurati ghiacciai. La Ruta 40 è storicamente la “spina dorsale” argentina, la via che ha consentito commerci ed esplorazioni, sviluppata a ridosso delle Ande dall’estremo nord del Paese sino alla terra del Fuoco. La parte sud della Ruta 40 è certamente la più spettacolare ed emozionante.

 

Ruta 3, la via dei Pionieri - 11 giorni 8 notti

Per maggiori informazioni cliccare sulla barra gialla

Emigranti di varie nazionalità trovarono rifugio e sopravvivenza nelle lande patagoniche: i primi insediamenti ovviamente furono sulla costa, poi la ricerca di nuovi spazi proseguì, risalendo il corso dei pochi fiumi. La via commerciale fu spesso aperta, con ferocia e determinazione da operazioni militari che portarono allo sterminio delle popolazioni native. Il viaggio ripropone quegli eventi, il ricordo della lotta dell’uomo per la sua sopravvivenza, in un paesaggio che pare immutato nel tempo.

 

 

Tour combinati - Argentina - Bolivia - Cile

 

Triangolo andino - 16 giorni / 13 notti

Per maggiori informazioni cliccare sulla barra gialla

Non tutti sanno che proprio negli ultimi decenni prima del tracollo finale dinanzi alla conquista spagnola, gli Incas estesero il loro Camino Real sino alle propaggini meridionali del loro impero, oggi territorio argentino. Ripercorrendolo incontriamo interessanti siti archeologici delle varie culture preincaiche, in zone dove ancora sopravvivono tradizioni culturali che celano antiche credenze sotto l’egida di un imposto cristianesimo. A far da cornice spettacoli naturali maestosi, tra vulcani, deserti e salares, panorami sempre diversi ed esaltanti.

Informazioni Generali:

DOCUMENTI DI VIAGGIO

Per l'ingresso in Argentina occorre il passaporto in corso di validità, con scadenza non inferiore a tre mesi dalla data di ingresso.

 

DISPOSIZIONI SANITARIE

Non sono obbligatorie particolari vaccinazioni. E’ consigliato portare con sé disinfettanti intestinali, e creme solari protettive per le escursioni in montagna.  Per ogni informazione di carattere medico è sempre opportuno consultare l'Ufficio di Igiene della propria città.

 

LINGUA

La lingua ufficiale è lo spagnolo.  Negli alberghi e in generale in tutto il settore turistico è molto diffuso l’inglese.

 

VALUTA

Attualmente  la valuta corrente, il Peso equivale a circa € 4.10 e a circa USD 3.32 ( al 13-11-2008)

I Dollari americani sono in assoluto la moneta estera preferita, ma attualmente è preferito l'Euro cominque è consigliabile premunirsi di banconote di taglio piccolo.

 

BAGAGLIO

E’ consentito bagaglio per un peso di 20 Kg .a persona.

 

BAGAGLIO A MANO DURANTE IL VIAGGIO AEREO

É consentito  portare a bordo dell'aereo un solo collo di dimensione totale (lunghezza + altezza + profondità) non superiore a 115 centimetri. É inoltre consentito  portare un altro oggetto a scelta (borsetta, beauty case, materiale fotografico)

 

BAGAGLIO A MANO DURANTE IL VIAGGIO AEREO

NUOVE REGOLE DI SICUREZZA IN AEROPORTO

(Il presente documento è stato ideato congiuntamente dalla Commissione Europea, dall’Associazione delle compagnie aeree europee e dall’ associazione dei gestori aeroportuali europei.

Disclaimer: Il presente documento riassume per informazione al passeggero i punti salienti della regolamentazione europea; non è il reale testo della norma)

 

UNA GUIDA RAPIDA PER AIUTARE IL PASSEGGERO

Per proteggervi contro la nuova minaccia derivante dagli esplosivi liquidi, l’Unione Europea ha adottato nuove regole di sicurezza che restringono la quantità di liquidi che possono essere introdotti nelle aree sterili. Tali regole si applicano nei confronti di tutti i passeggeri in partenza dagli aeroporti dell’Unione Europea, verso qualsiasi destinazione. Ciò significa che, ai controlli di sicurezza, il passeggero e relativo bagaglio a mano devono essere controllati per verificare la presenza di liquidi. Comunque, le nuove regole non limitano la quantità di liquidi che possono essere acquistati presso gli esercizi commerciali situati oltre il punto di controllo del titolo di viaggio od a bordo di un aeromobile di compagnia appartenente all’Unione Europea.

Le nuove regole si applicano a partire da lunedì 6 novembre 2006, in tutti gli aeroporti dell’Unione Europea, in Norvegia, Islanda e Svizzera a meno di eventuali modifiche.

 

COSA C’E’ DI NUOVO?

Durante la preparazione del bagaglio a mano

E’ consentito portare solo piccole quantità di liquido nel bagaglio a mano. Tali liquidi devono essere posti in singoli contenitori della capacità massima di 100 ml ciascuno. Tali contenitori devono essere chiusi in una busta di plastica trasparente, richiudibile di capacità non superiore ad 1 Litro per singolo passeggero (vd. la foto in basso).

 

In aeroporto

Per agevolare gli operatori di sicurezza occorre:

- presentare tutti i liquidi trasportati agli operatori per il controllo

- togliere giacche e/o soprabiti. Devono essere controllati separatamente dal passeggero

- rimuovere pc portatili ed altri oggetti elettrici /elettronici di grandi dimensioni dal bagaglio a mano. Devono essere controllati separatamente dal bagaglio a mano

 

ELENCO

I liquidi includono:

- acqua ed altre bevande, zuppe, sciroppi

- creme, lozioni ed olii

- profumi

- spray

- gel, inclusi quelli per capelli e shampoo

- contenitori pressurizzati, Inclusa schiuma da barba, alter schiume e deodoranti

- sostanze pastose, incluso il dentifricio

- sostanze miste liquide/solide

- mascara

- ogni altro articolo con caratteristiche simili.

 

COSA NON CAMBIA?

E’ sempre possibile:

- porre le sostanze liquide nel bagaglio da imbarcare in stiva – le nuove regole riguardano solo il bagaglio a mano

- trasportare nel bagaglio a mano medicine ed altri cibi per diete particolari, incluso il cibo per bambini, da utilizzare durante il viaggio. Al passeggero può essere richiesta prova della effettiva necessità di tale trasporto.

- acquistare liquidi come bevande e profumi sia in un esercizio commerciale dell’Unione Europea qualora sito oltre il punto di controllo del titolo di viaggio od a bordo di un aeromobile di compagnia appartenente all’Unione Europea.

Qualora venduti in una busta speciale sigillata non aprirla sino a che non siano stati effettuati i controlli di sicurezza – altrimenti il contenuto potrà essere sequestrato presso il punto di controllo. (qualora il passeggero sia in transito su uno scalo dell’Unione Europea, non aprire la busta prima che sia stato effettuato il controllo presso l’aeroporto di transito, o presso l’ultimo aeroporto in caso di più transiti successivi).

Le suddette quantità di liquidi sono in più rispetto a quelle più sopra menzionate e poste nelle buste di plastica richiudibili.

Per qualsiasi dubbio, chiedere aiuto alla compagnia aerea o agente di viaggio prima di intraprendere il viaggio.

I passeggeri sono pregati di essere pazienti e collaborare con gli operatori sicurezza e delle compagnie aeree.

 

ORARI

Banche:           Lunedì / Venerdì generalmente dalle 10.00 alle 15.00

           

CONSIGLI  IGIENICO- SANITARI

A causa delle altitudini andine un leggero mal di testa il primo giorno in quota è normale. E’ bene non assumere farmaci o alcolici: generalmente passa tutto il secondo giorno

Ricordiamo alcune semplici regole igienico-sanitarie atte a prevenire quelle problematiche determinate dal cambiamento di clima, ambiente, abitudini alimentari, che ogni viaggiatore esperto ha fatto proprie:

·        non consumare cibi acquistati dagli ambulanti;

·        non bere acqua o bevande che non siano contenute in bottiglie sigillate ed evitare l'uso del ghiaccio;

·        evitare il latte e i suoi derivati, a meno che non siano stati preventivamente pastorizzati;

·        evitare di consumare verdure, pesce e carne crudi e optare per la frutta da sbucciare.

 

CLIMA

L' Argentina ed il Cile presentano un clima opposto al nostro data la loro posizione nell'emisfero australe. Il periodo migliore per effettuare questo viaggio è da Ottobre ad Aprile, durante la Primavera-Estate locali.

In Patagonia, durante questo periodo le temperature sono miti, con elevata escursione termica: oscillano dai 15°-20° gradi diurni ai 5°-10° notturni. Nelle regioni dell'estremo sud è molto frequente un forte vento. A Buenos Aires le temperature sono decisamente più alte, paragonabili a quelle estive in Italia.

 

ABBIGLIAMENTO

Si consiglia di portare abbigliamento a strati: giacca a vento, pullover, camicie a maniche lunghe e corte, magliette, pantaloni pesanti  e leggeri, scarpe comode e resistenti. Accessori: guanti, sciarpa, uno zainetto, anche minimo, per escursioni, sacchi con chiusura per portare piccoli oggetti o rifiuti durante il giorno, cappello, occhiali da sole, borraccia, torcia, salviette umidificate, ombrello pieghevole, impermeabile pieghevole o una cerata per possibili acquazzoni. Le tasche esterne delle borse non devono contenere soldi o oggetti di valore.

 

MATERIALE FOTOGRAFICO

Si consiglia di munirsi di una adeguata scorta di materiale fotografico, che può risultare di difficile reperimento in loco. Portare quindi le batterie di ricambio, le pellicole necessarie per l’intero viaggio e l’occorrente per pulire macchina ed obiettivi. Particolare attenzione va posta nel fotografare la gente. È buona norma chiedere prima il permesso, rispettando l’eventuale decisione negativa dell’interpellato. Ricordiamo che nella maggioranza dei paesi è tassativamente proibito fotografare i seguenti soggetti: aeroporti, installazioni e automezzi militari, edifici governativi, ponti, militari in divisa. In ogni caso vi consigliamo di chiedere alla guida. Suggeriamo di portare un teleobiettivo di almeno 200mm per le fotografie degli animali ed un binocolo.

 

DIFFERENZA ORARIA

L’Argentina è 4 ore in meno (-4 ore) rispetto all’ora solare italiana, 5 ore in meno (-5 ore) quando in Italia vige l’ora legale.

 

ELETTRICITA’

220 Volts. Nonostante parecchi alberghi si siano muniti di spine anche di tipo europeo, molte sono di tipo a lamelle piatte, per far funzionare apparecchiature elettriche è bene quindi munirsi di un adattatore come quello usato negli Stati Uniti.

     

PREFISSI TELEFONICI

Per telefonare dall'Italia in Argentina:        0054  - prefisso senza lo zero - numero dell’abbonato desiderato   

Per telefonare in Italia dall’Argentina:        0039 - prefisso con lo zero – numero dell’abbonato

Per telefonare dall’Italia in Cile:               0056 - prefisso senza lo zero – numero dell’abbonato desiderato

Per telefonare dal Cile in Italia:                  0039 – prefisso con lo zero – numero dell’abbonato

                                                          

CUCINA

La specialità argentina è la carne di manzo: tipici piatti a base di carne sono le empanadas, paste sfoglie con ripieno che varia a seconda delle regioni, la parillada, abbondante misto di carni cotte alla griglia, il puchero, bollito misto di manzo e pollo accompagnato da molte verdure; il tutto innaffiato dall’ottimo vino rosso. Per finire il mate (infuso di erba locale servito in piccole zucche svuotate).

 

MEZZI DI TRASPORTO

Itinerari effettuati in veicolo tipo minibus su strade asfaltate o sterrate sufficientemente agevoli e 4x4 sulle piste andine. Escursioni in montagna di alcune ore, non difficili, in alternativa trekking con esperte guide alpine. Accompagnatore-guida locale di lingua italiana.

 

 

 

 

 

 

 

|Contatti| Agenzie | Links | Cataloghi |Condizioni |Cosa è l'Azalai|Eventi Azalai|


Home Page
Contatti 
Agenzie 
Links
Cataloghi
Condizioni
Cosa è l'Azalai
  Eventi Azalai  
© 2005 : Azalai è un marchio registrato  l'uso professionale delle immagini, dei testi di questo sito e del nome Azalai occorre una specifica autorizzazione.