Durata: 20 GIORNI
Luogo: KYRGYZYSTAN CINA UZBEKISTAN
Prezzo: DA € 2740
Programma di viaggio: scarica il PDF

PARTENZE INDIVIDUALI E DI GRUPPO 2019: 13 & 27 MAGGIO / 17, 24 GIUGNO / 1, 8, 15, 22,29 LUGLIO / 5, 12, 19, 26 AGOSTO /2, 9, 16 SETTEMBRE

*Altre date di partenza da richiedere al nostro booking

La via della seta terrestre, ossia la rotta carovaniera sulla quale si crearono i commerci tra Cina e occidente, si sviluppava attraverso alte montagne, deserti e grandi steppe. Il viaggio inizierà in Kyrgyzystan, attraverserà i Tien Shan per giungere a Kashgar in Cina.Conclusione in Uzbekistan, con la visita di Samarcanda, Bukhara e Khiva.

DURATA:
20 giorni/ 18 notti

PUNTI FORTI:
• Splendidi paesaggi
• I monti Tien Shan e Pamir
• Kashgar e il suo mercato famoso in tutto il mondo
• Le città incantate di Samarcanda, Bukhara e Khiva
• Piccoli paesi e pastori nomadi

GIORNO 1 Lunedì
Italia – Volo
Arrivo in aeroporto in tempo utile, disbrigo delle formalità e partenza per il Kyrgyzystan. Scalo e cambio di aeromobile, proseguimento alla volta di Bishkek

GIORNO 2 Martedì
Volo – Bishkek
Arrivo a Bishkek di prima mattina, disbrigo delle formalità di frontiera e incontro con il nostro personale locale. Trasferimento e sistemazione in hotel. Tempo libero a disposizione per rilassarsi dopo il lungo viaggio. Pranzo in hotel. Nel pomeriggio visita della capitale del Kyrgyzystan, con la piazza principale Ala Too, i monumenti Manas e Kurmandjan Dakta e Oak Park, il parco più antico della capitale. Visita del Museo di storia del paese (chiuso lunedì). Cena in un ristorante locale o hotel e pernottamento in hotel Golden Tulip o similare. Pensione completa.

GIORNO 3 Mercoledì
Bishkek – Lago Son Kul (380 km/ 7 ore)
Colazione in hotel e trasferimento sulle sponde del lago Son Kul, il secondo più grande del paese, tutto ciò in una cornice mozzafiato con la vista sulle montagne circostanti. Sosta lungo il percorso per ammirare la famosa Torre di Burana. Pranzo presso famiglia locale al villaggio di Tokmok. Arrivo a Son Kul. Cena e pernottamento nelle yurte. Pensione completa.

GIORNO 4 Giovedì
Son Kul – Naryn (150 km/ 3 ore)
Dopo la prima colazione e una vista mozzafiato su questo splendido paesaggio incontaminato, proseguimento per Naryn attraversando il passo dei “33 Pappagalli” o passo Moldo Ashuu. La natura che si apre davanti ai nostri occhi è splendida: Verdi vallate, splendide montagne innevati, laghi azzurri e ruscelli di montagna. Qualche sosta fotografica per immortalare questo paradiso terrestre. Arrivo a Naryn nel pomeriggio, in tempo per poter visitare il centro della città. Cena e pernottamento in hotel Khan Tengri o similare. Pensione completa.

GIORNO 5 Venerdì
Naryn – Passo Torugart – Kashgar (370 km/ 7 ore)
Prima colazione e proseguimento verso sud in direzione dei monti Tien Shan e del passo Torugart (3750 metri) tra Kirghizistan e Cina. Pranzo al sacco prima di attraversare il confine. Attraversamento del passo, incontro con il nostro personale cinese e proseguimento alla volta di Kashgar. Kashgar, o Kashi in cinese, è la città più importante, commercialmente parlando, di tutta la Cina occidentale. Visita al lago Karakul (“lago nero”) all’ombra delle bellissime cime innevate del monte Muztag. Cena e pernottamento in hotel Tianyuan o similare. Pensione completa.

GIORNO 6 Sabato
Kashgar
Colazione e visita alla tomba di Apak Hoja, nella parte nord-est della città. Pranzo in un ristorante locale. Proseguimento verso il vecchio centro storico, i cui abitanti, detti Uyghur, lo popolano sin dalle fondazioni della città due mila anni fa. Passeggiando per le strette viuzze del centro storico, potrete imparare davvero molto sugli Uyghur, la loro cultura e tradizioni. Visita alla bellissima Moschea di Id Kad. Cena e pernottamento in hotel Tianyuan o similare. Pensione completa.

GIORNO 7 Domenica
Kashgar
Dopo la prima colazione, tempo libero a disposizione per visitare più approfonditamente il vecchio centro storico di Kashgar. Proseguimento per la visita del famoso Yuksghambe Bazaar domenicale, il più grande di Xinjiang. Con una storia millenaria, il mercato godeva di un’ottima reputazione già ai tempi dell’antica Via della Seta e ancora oggi risulta davvero importante per la popolazione locale. Avrete l’occasione di vedere la contrattazione e la vendita di vari capi di bestiame, acquistare prodotti tipici, artigianato locale e manifatture provenienti da tutta l’Asia centrale. Tempo libero a disposizione. Cena e pernottamento in hotel Tianyuan o similare. Pensione completa.

GIORNO 8 Lunedì
Kashgar – Passo Irkeshtam – Achick Tash (420 km/8-9 ore)
Dopo la prima colazione partenza per il ritorno in Kyrgyzystan. Attraversamento della frontiera dal passo Irkeshtam, incontro con la guida khirhiza e proseguimento per Achick Tash, il campo base della famosa Lenin Peak (7134 m). Lo spettacolo della regione di Pamir è meraviglioso con altissime montagne e bellissime vallate. Attraversiamo i villaggi di Sary Tash e Sary Mogol per arrivare al suggestivo campo di Achick Tash. Pernottamento in tenda. Il campo è gestito dalla nostra organizzazione in loco e prevede tende da 2 persone con all’interno letti da campo singoli, bagni e servizi in comune. Pensione completa.
N.B. A Giugno e Settembre, causa condizioni meteo poco favorevoli, il campo di Achick Tash rimarrà chiuso. Il pernottamento, dunque, avverrà a Sary Tash.

GIORNO 9 Martedì
Achick Tash – Osh (280 km/ 6 ore)
Colazione e trasferimento mattutino a Osh (280 km). Percorriamo una delle strade più belle del mondo, che costeggia i monti del Pamir. Arrivo a Osh. Cena e pernottamento in hotel Classic o similare. Pensione completa.

GIORNO 10 Mercoledì
Osh
Colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita della città di Osh, partendo dalla montagna sacra di Sulaiman Too. La giornata prosegue con il museo di storia e con la casa di Babur, fondatore della dinastia Mogol in India e discendente diretto di Tamerlano. Pranzo in ristorante locale. In seguito visita del museo-yurta Kurmandjan e Alymbek Datka. Visita del famoso bazaar di Osh alla scoperta dei bravissimi artigiani e maestri orafi. Cena presso una famiglia locale uzbeka. Pernottamento in hotel Classic o similare. Pensione completa.

GIORNO 11 Giovedì
Osh – Dustlik – Margilon – Fergana
Colazione in hotel. Proseguimento per la frontiera Dustlik che separa Kyrgyzystan e Uzbekistan. Attraversamento della frontiera e incontro con il nostro personale Uzbeko. La prima tappa in questo nuovo territorio è Margilon (12 km da Fergana) dove potremo vedere la famosa fabbrica “Yodgorlik” e assistere alla lavorazione di seta; un bazaar tipico, dove avremo la possibilità di assaggiare dei dolcissimi melograni o albicocche; la moschea Chakar e Madrassa Said Ahmad Khodja (XIX secolo) – la parte principale di questo complesso consiste nella sala e ayvan con bellissimi soffitti. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel Club 777 o similare. Pensione completa.

GIORNO 12 Venerdì
Fergana – Rishton – Kokanda – Tashkent
Colazione in albergo. Partenza per la cittadina di Rishtan dove potremo ammirare all’opera un maestro di ceramica locale. Trasferimento a Kokanda. Escursione per la citta di Kokand, visita di Khudoyar Khan del XVIII-XIX secolo, la Moschea del Venerdi, la Madrassa Nurbutaboy e il mausoleo di Modarikhan. Pranzo e partenza per Tashkent via passo Kamchik, che collega Osh e Tashkent e raggiunge un altezza massima di 2.450m. Arrivo a Tashkent e sistemazione in hotel Ichan Qala o similare, cena e pernottamento. Pensione completa.

GIORNO 13 Sabato
Tashkent – Volo – Urgench – Khiva
Dopo la prima colazione in hotel, partiamo per l’escursione della città vecchia di Tashkent, che si presenta come un dedalo di strette viuzze polverose su cui si affacciano basse case in mattoni e fango, moschee e antiche madrasse (accademie islamiche). Visita alla Moschea di Khodja Akhrar, il Mausoleo dello Sceicco Zaynutdun con una cella sotterranea risalente al XII secolo. La madrassa di Kukeldash è una splendida scuola coranica del XVI secolo, la cui piazza si riempie di fedeli il venerdì in occasione della preghiera settimanale. Nelle vicinanze sorge la piccola moschea Jami, risalente al XV secolo e utilizzata in epoca sovietica come officina per la lavorazione di lamiere. Visita al bazar Chorsu, un enorme mercato all’aperto, frequentato da una moltitudine di gente proveniente dalle campagne circostanti che in genere indossa costumi tradizionali. Il tour continua con la madrassa Khast Imam e la Moschea Tillya Sheykh, del XVI secolo, in cui si conserva quello che è ritenuto il più antico Corano esistente, segnato col sangue dello stesso Califfo Osman, assassinato nel 655; la Barak Khan, fondata nel XVI secolo da un discendente di Tamerlano; il mausoleo Kafal Shashi, tomba dell’omonimo poeta e filosofo dell’islam che visse dal 904 al 979. La mancanza di edifici antichi in questa città è compensata dalla presenza di grandi musei come Museo di Storia e Museo di Arti Applicate, inaugurato nel 1937 come vetrina per le arti applicate di fine secolo, ma è l’edificio in se, progettato secondo lo stile tradizionale di Tashkent, a risultare quasi più interessante dei suoi stessi contenuti. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo verso Urgench. Arrivo a Urgench e trasferimento a Khiva. Sistemazione al Bek Khiva hotel, Orient Star hotel o similare, cena e pernottamento. Pensione completa.

GIORNO 14 Domenica
Khiva
Colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita della città di Khiva. Nel XIX secolo il nome di Khiva evocava immagini di carovane di schiavi, crudeltà barbariche e terribili viaggi attraverso deserti e steppe infestati da tribù selvagge, oggi invece il centro storico della città Ichan-Qala è uno dei complessi monumentali più importanti e integri di tutta l’Asia. La città, vitale e suggestiva, conserva edifici monumentali bellissimi: moschee, minareti, madrasse, palazzi e mercati. Visiteremo la Madrassa, il Bazar e il Caravanserraglio di Alloquli Khan; la fortezza Kunya Ark con l’harem e le vecchie prigioni; il tozzo Minareto Kalta Minor, rivestito di maioliche turchesi; il Mausoleo di Pahlavon Mahmud, poeta, filosofo e lottatore leggendario che divenne il santo patrono della città; la Madrassa e il Minareto di Islom Hoja, i monumenti islamici piu recenti di Khiva; la Madrasa di Mohammed Rakhim Khan; la Moschea Juma, con le sue 218 colonne di legno; il Palazzo Tosh-Hovli (“casa di Pietra”), dove si trovano le decorazioni più sontuose di Khiva. Passeggiata al tramonto lungo il tratto nord-occidentale delle mura. Cena in un ristorante locale. Rientro e pernottamento al Bek Khiva hotel, Orient Star hotel o similare. Pensione completa.

GIORNO 15 Lunedì
Khiva – Bukhara
Colazione in hotel e partenza per Bukhara; Si percorre una strada che in passato fu un itinerario della Grande Via della Seta. Sosta per godersi il magnifico panorama del deserto Kyzyl Kum (“sabbie rosse”) e le sponde del fiume Amu Darya. Pranzo al sacco lungo il tragitto. Arrivo a Bukhara in serata. Sistemazione al Hotel Kukaldosh, Grand Emir hotel o similare. Cena in un ristorante locale. Rientro in albergo e pernottamento. Pensione completa.

GIORNO 16 Martedì
Bukhara
Colazione in hotel. Visita di Bukhara, centro antichissimo, punto d’incrocio delle vie carovaniere che collegavano l’Arabia all’India e all’antico Catai ( l’attuale Cina ). Oggi Bukhara è uno dei maggiori centri dell’industria e dell’ economia. Visita delle madrasse, dei minarei e degli altri monumenti che la rendono famosa in tutto il mondo: Madrassa Nodir Devon Beghi (1622), costruita originariamente come caravanserraglio; Madrassa Kukeldash (1568-1569); Madrassa di Ulugbek; la Madrassa di Abdal Al-Aziz-Khan; moschea Magoki-Attori. Dopo pranzo proseguiamo la visita con il minareto e la moschea Kalyan (“grande”); Ark di Bukhara; mausoleo Chashma Ayub con le sue numerose cupole; il mausoleo dei Samanidi; la moschea Bolo-khauz. Al termine delle visite, cena nel cortile della madrassa di Nodir Divan Beghi e concerto folcloristico. Rientro al Hotel Kukaldosh, Grand Emir hotel o similare e pernottamento. Pensione completa.

GIORNO 17 Mercoledì
Bukhara – Shakrisabz – Samarcanda
Dopo la prima colazione in hotel, partenza in direzione di Shakhrisabz. Shakhrisabz è una piacevole e tranquilla cittadina uzbeka, luogo di nascita di Tamerlano. Visitiamo le rovine del Palazzo Ak-Saray, il “Palazzo Bianco”, la residenza estiva di Tamerlano; la moschea del venerdì Kok-Gumbaz (“cupola azzurra”); il Mausoleo dello sceicco Shamseddin Kulyal, precettore spirituale di Tamerlano; la Gumbazi Seydan, il mausoleo per i discendenti di Ulughbek; il complesso di Khazrati-Imam, con la tomba di Jehangir, il figlio maggiore di Tamerlano che morì a 22 anni. Proseguimento per Samarcanda. Arrivo e sistemazione al Hotel Diyora, Bek Samarcanda o similare. Cena e pernottamento. Pensione completa.

GIORNO 18 Giovedì
Samarcanda
Colazione in hotel. Intera giornata a Samarcanda. Inizio dell’escursione con la visita della piazza Reguistan e la madrassa Ulugbek per poi proseguire con la madrassa Sherdor e Tilla Kori; il Mausoleo Gur Amir, complesso architettonico che si distingue per la caratteristica cupola scanalata e le tombe di Tamerlano, suoi due figli e due nipoti. Dopo Pranzo visita alla gigantesca Moschea Bibi Khanim, fatta costruire, secondo la leggenda, dalla bella moglie di Tamerlano; l’Osservatorio di Ulugbek. Cena e pernottamento al Hotel Diyora, Bek Samarcanda o similare. Pensione completa.

GIORNO 19 Venerdì
Samarcanda – Tashkent
Colazione in hotel. Proseguimento con la visita di Samarcanda: l’antico bazaar orientale “Siyob”; il museo archeologico “Afrosiyab”; complesso Shakhi Zinda, composto da alcuni mausolei; il mausoleo Daniyar (XIV-XV secolo) che si trova in un luogo non lontano dal fiume Siyob. Pranzo e tempo libero a disposizione. Partenza per Tashkent (con macchina o con treno veloce alle 17:00). Arrivo a Tashkent e sistemazione al Hotel Ichan Qala o similare. Cena al ristorante e pernottamento in albergo. Pensione completa.

GIORNO 20 Sabato
Colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto in tempo utile e imbarco sul volo di rientro in Italia. Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.