Durata: 11 GIORNI
Luogo: BAJKAL - RUSSIA
Prezzo: Da €2500
Programma di viaggio: scarica il PDF

PARTENZE 2019: 10, 17 & 24 FEBBRAIO / 3, 10 & 17 MARZO

Vi invitiamo a scoprire l’incredibile bellezza e energia unica del lago più antico e profondo del mondo, il Bajkal, ammirare la stupefacente trasparenza delle sue acque ghiacciate, le grotte e le sculture naturali dalle forme più bizzarre, conoscere la regione ”Europea” di Irkutsk, la Repubblica Buriatia e la curiosa storia dei Starovery, i vecchi credenti russi.

DURATA:
11 giorni / 10 notti

PUNTI FORTI:
• Paesaggi mozzafiato del lago Bajkal ghiacciato con le sue grotte a sculture naturali;
• Cultura, tradizioni i riti sciamanici dei Buryati;
• Villaggi dei vecchi credenti russi;
Irkutsk, una delle più antiche città siberiane;
Ulan Ude il centro del buddismo russo.

PROGRAMMA:
GIORNO 1
Italia – Volo
Arrivo in aeroporto in tempo utile, disbrigo delle formalità doganali e partenza per la Russia.

GIORNO 2
Volo – Irkutsk
Arrivo a Irkutsk, la capitale della Siberia orientale, fondata nel 1661, quando le truppe cosacche militari russe stabilirono una fortezza (“Ostrog”) sulla riva destra del fiume Angara. Disbrigo delle formalità doganali e incontro con il nostro personale locale. Irkutsk è una delle più antiche città della Siberia, multietnica e sfaccettata, moderna e tradizionale con le sue case di legno superstiti scampate al grande incendio del 1879. Visiteremo la pedonale via storica Uritskogo; la Chiesa dell’Innalzamento della Croce del XVIII secolo e uno dei migliori esempi del Barocco Siberiano; 130 Kvartal, un quartiere composto esclusivamente da casette di legno; la famosa e brillante cattedrale di Kazan in piazza Kirov, capace di ospitare 5 mila fedeli; il Museo dei Decabristi, dedicato alla memoria dei deportati in Siberia nella prima metà del 1800 dopo le rivolte anti zariste per i diritti democratici; il lungofiume Nizhnjaja Naberezhnaja, uno dei luoghi più suggestivi di Irkutsk; il mercato centrale; la candida chiesa del Salvatore (Spasskaya Tserkov), la cattedrale ortodossa dell’Epifania, terminata nel 1746. Cena in ristorante locale e pernottamento in hotel Marriott o similare. Pensione completa.

GIORNO 3
Irkutsk – Listvyanka
Prima colazione e partenza verso le sponde del lago Bajkal. Sosta lungo il percorso per la visita del museo di architettura e etnografia Taltsy per capire meglio la storia dei popoli indigeni della Siberia e scoprire le izbe e le yurte del XVI secolo. Proseguimento verso la collina di Chersky, prendendo la funivia dalla stazione sciistica locale. La Collina di Ivan Chersky (esploratore della Siberia, esiliato nel 1863) si trova a un’altitudine di 700 metri e offre un magnifico panorama sul lago Bajkal e la Roccia Sciamanka, dove, secondo la leggenda, abita il misterioso custode del fiume Angara. Arrivo e visita di Listvyanka, un piccolo villaggio di pescatori sulle rive del Lago Baikal, a 70 km da Irkutsk. Visiteremo il Mercato di Pesce locale per assaggiare l’omul del Bajkal e in seguito faremo una passeggiata per osservare l’architettura tipica siberiana con tradizionali casette di legno dai colori caratteristici e dalle finestre elaborate, la chiesa di San Nicola e il centro di Husky siberiani. In seguito, avrete l’occasione unica di provare la slitta con i cani. Tempo permettendo, passeggiata a piedi fino al villaggio di Krestovka. Al termine delle visite, cena in un ristorante locale e pernottamento in hotel Krestovaya Pad, Usadba Demidova o similare, oppure in cottage degli abitanti locali. Pensione completa.

GIORNO 4
Listvyanka – Port Bajkal – Bolshie Koty – Bolshoe Goloustnoe – Buguldeika
Sveglia di prima mattina per osservare l’alba presso la ferrovia Circumbaikalika (parte vecchia della Transiberina) alla stazione terminale di Porto Baikal. In seguito partenza con l’hovercraft “Khivus” sul ghiaccio trasparente del lago verso il villaggio Bolshie Koty, fondato nel 1800 dai minatori durante la caccia all’oro, e i suoi dintorni – Baia Sennaya e Roccia Skriper. Proseguimento del percorso verso il villaggio tradizionale Bolshoe Goloustnoe, che si trova nel Parco Nazionale Pribalsky. Secondo alcune fonti, il primo abitante di Bolshoe Goloustnoe fu un buriato di nome Soryel, stabilitosi nel attuale villaggio nel 1673 insieme ai suoi tre figli. Proseguimento verso il villaggio Buguldeika con sosta alla pittoresca Baia Pescianaya, famosa per le sue grotte ricoperte di stalattiti cristallini. Arrivo a Buguldeika, cena presso una famiglia locale e pernottamento in famiglia locale o al centro di caccia. Pensione completa.

GIORNO 5
Buguldeika – Ogoy – Isola di Olkhon
Prima colazione. Oggi avrete l’eccellente opportunità di vedere moltissime grotte e sculture di ghiaccio limpido, attraversando il lago Baikal con l’hovercraft fino all’isola di Olkhon. Visita della famosa roccia antica Sagan Zaba, nota per le sue pitture rupestri rappresentanti animali, cavalieri e figure antropomorfe danzanti. Pranzo picnic sul ghiaccio con specialità siberiane. Nel pomeriggio proseguimento verso il Capo Uyga con la sua meravigliosa grotta ghiacciata e gli immensi ghiaccioli sulle rocce costiere, chiamati “sokui” dalla popolazione locale, e in seguito all’isoletta Ogoy e le sue stupa buddiste. Pernottamento in hotel nel villaggio Khuzhir sull’isola di Olkhon. Pensione completa.

GIORNO 6
Isola di Olkhon
Prima colazione e visita del Capo Burkhan e della Roccia Shamanka, uno dei nove luoghi più sacri dell’Asia, circondato da diversi misteri e leggende. In seguito partenza verso la parte settentrionale dell’isola di Olkhon con il UAZ russo sul ghiaccio del lago per ammirare lo splendore invernale delle baie e rocce “incantate” – isoletta del Leone e Coccodrillo, Tre Fratelli, Capo Khoboy (“zanna, dente” nella lingua dei buriati). Rientro a Khuzhir e cena presso una famiglia per immergersi nei costumi e nelle tradizioni delle popolazioni indigene dell’isola di Olkhon – i sepolcri occidentali. Gli abitanti locali vi accoglieranno calorosamente secondo tutte le regole e le tradizioni, vi parleranno della loro cultura e del loro stile di vita, condivideranno leggende locali e, naturalmente, vi inviteranno a provare i piatti della cucina tradizionale. Durante la giornata sarà possibile far parte a un vero rito sciamanico. Pernottamento in hotel a Khuzhir. Pensione completa.

GIORNO 7
Isola di Olkhon – Ust Barguzin
Prima colazione e partenza verso Ust-Barguzin (7h circa), attraversando la parte più profonda del lago con i suoi 1637 metri. Diverse soste lungo il percorso per ammirare il ghiaccio limpido del lago, che raggiunge lo spessore di 1,5 metri. Attraversando il “deserto artico” ammireremo la penisola di Sviatoy Nos (Sacro Naso) e le isole Ushkaniy. Arrivo a Ust Barguzin e visita del villaggio, che ha compiuto 350 anni nel 2016. Pernottamento in hotel o in guest house. Pensione completa.

GIORNO 8
Ust Barguzin – Valle di Barguzin – Ust Barguzin
Prima colazione e partenza con il UAZ russo alla scoperta della valle di Barguzin, il cui nome proviene dalla parola locale “Bargut” – selvaggio, appartenente a una tribù mongola che popolava la regione, la leggenda narra che fosse patria della madre di Gengis Khan. La valle è famosa soprattutto per le sue molteplici fonti naturali e rocce dall’aspetto misterioso con petroglifi datati 3000 anni. Visiteremo il villaggio di Barguzin per scoprire le tradizionali casette di legno e il cimitero storico con le tombe dei famosi decabristi; la riserva naturale di Yarikto con il tempio buddista Yanzhima; il punto d’osservazione Kuitun per osservare l’infinità della steppa; il giardino di Pietra del villaggio Inna; splendidi pilastri rocciosi della valle di Suvo; il sito di Shingaldjin con le sue pittoresche rocce; le enormi dune sabbiose lungo la riva del fiume Barguzin, luogo preferito per la meditazione del leggendario Sodoy Lama. Proseguimento del percorso verso la baia di Chivyrkui, che presenta una vasta gamma di paesaggi: dune di sabbia dorata, laghetti, paludi, boschi di cedri, prati alpini e cime innevate delle montagne. Rientro a Ust Barguzin per il pernottamento in hotel o in guest house. Pensione completa.

GIORNO 9
Ust Barguzin – Ulan Ude
Prima colazione e partenza in macchina verso Ulan-Ude (3-4 ore), la capitale della repubblica autonoma dei Buriati. Arrivo e visita della città: la piazza dei Soviets, fondata nel XII secolo con la famosa testa di Lenin, alta quasi 8 metri, la Cattedrale Odigitrievsky, il Teatro dell’Opera (esterno), il Museo Etnografico, in cui è percorsa la storia locale fino all’inizio del XX secolo, Ulitsa Lenina, la via pedonale principale della città e la Cattedrale Hodegetria, un bellissimo esempio del barocco siberiano. Pernottamento a Ulan-Ude in hotel Baikal Plaza, sagan Morin o similare. Pensione completa.

GIORNO 10
Ulan Ude – Datsan Ivolginsky – Tarbagatay – Ulan Ude
Prima colazione e partenza per la visita del Datsan Ivolghuinsky (23 km da Ulan Ude), il centro del buddismo russo aperto nel 1945. Una delle principali reliquie del Datsan è il corpo di Pandito Khambo Lama XII (Dashi-Dorzho Itigilov), rimasto praticamente immutato per quasi un secolo. In seguito proseguimento verso Tarbagatay, il villaggio dei vecchi credenti (starovery) della chiesa antico-ortodossa e il villaggio Desyatnikovo. Cena presso una famiglia locale. Rientro a Ulan-Ude e pernottamento in hotel Baikal Plaza, Sagan Morin o similare. Pensione completa.

GIORNO 11
Ulan Ude – volo – Italia
Prima colazione e trasferimento in aeroporto per il volo di rientro.