Fortezza di Brest
Durata: 9 GIORNI
Luogo: BIELORUSSIA
Prezzo: Da €1050
Programma di viaggio: scarica il PDF

PARTENZE 2020: DATE DA RICHIEDERE AL NOSTRO BOOKING

Vi invitiamo in un viaggio alla scoperta della Bielorussia – paese poco conosciuto in Italia ma molto interessante. Visiterete le città più importante del paese – la capitale Minsk che è il centro politico e culturale, Brest con la sua famosa Fortezza e il Parco Nazionale Belovezhskaya Puscha che è uno dei più antichi boschi d’ Europa, Vitebsk – la capitale culturale, potrete visitare i bellissimi castelli di Mir e Nesvizh.

PUNTI FORTI:
• Minsk – la capitale della Bielorussia;
• Magnifici castelli di Mir e Nesvizh;
• Khatyn – il più triste memoriale della Seconda Guerra Mondiale;
• Parco Nazionale Belovezhskaya Puscha;
• Museo di Marc Chagall a Vitebsk.

GIORNO 1
Italia – Volo – Minsk
Arrivo in aeroporto in tempo utile e partenza con volo di linea verso la Bielorussia. Arrivo a Minsk, disbrigo delle formalità doganali, incontro con il nostro personale locale, trasferimento in hotel e check in. La sera passeggiata sulla Nemiga Street e Città Alta. Rientro in hotel e pernottamento.

GIORNO 2
Minsk – Dudutki
Prima colazione. Visita della capitale bielorussa, il suo centro politico e culturale: una città dinamica con ampi viali, edifici moderni e storici, parchi verdissimi e infrastrutture ben sviluppate. Andremo alla scoperta dei principali monumenti e luoghi di interesse di Minsk: le vecchie stradine del Sobborgo della Trinità, il Monumento della Vittoria e la Biblioteca Nazionale, inclusi nella lista degli edifici più importanti del mondo; piazza della Vittoria con il suo obelisco di 38 metri e la fiamma eterna che commemora gli eroi della seconda guerra mondiale, le cattedrali cattolica e ortodossa, Piazza dell’Indipendenza con la Casa del governo, l’ufficio storico del KGB, la residenza del presidente, l’Arena di hockey su ghiaccio e uno stadio di calcio. Dopo proseguiamo con la visita del museo di Azgur. Il museo commemorativo e l’officina del famoso scultore sovietico Zair Azgur sono un luogo unico dove si possono incontrare molti personaggi storici faccia a faccia, non solo della storia dell’URSS, ma da tutto il mondo. Tutte le sculture che sono in una grande sala del museo: le immagini di Lenin, Stalin, Churchill, Roosevelt create da Zair Azgur vi racconteranno una storia del XX secolo. Nel pomeriggio partiremo per il complesso museale Dudutki, che è uno dei musei più visitati della Bielorussia, un museo di antichi mestieri e tecnologie popolari, situato a circa 40 chilometri da Minsk, in un luogo pittoresco vicino al fiume Ptich. Avrete la possibilità di scoprire il lavoro dei maestri che ricreano antiche tecnologie in azione, il patrimonio culinario dei antenati bielorussi e la straordinaria fauna selvatica. Alla fine del tour farete un giro in carrozza. Rientro in hotel. Pasti liberi. Pernottamento a Minsk.

GIORNO 3
Minsk – Mir – Nesvizh – Brest
Prima colazione e partenza verso la cittadina di Mir, a 90 km a sud-ovest da Minsk. Visita del fiabesco Castello di Mir, ancora oggi conosciuto come il “Fiore Medievale”, incluso nella lista dei patrimoni dell’umanità dall’UNESCO. Questo impressionante castello in mattoni rossi, eretto nel XV secolo in stile gotico, barocco e rinascimentale, apparteneva a diverse famiglie aristocratiche, che hanno lasciato segno nella storia della città e del paese in generale. Proseguimento verso Nesvizh, una delle città più antiche della Bielorussia per scoprire il suo magnifico palazzo, ex residenza della famiglia aristocratica Radzivili, che una volta contava circa 170 stanze con una serie di passaggi sotterranei che lo collegavano ai monasteri della città. Il complesso comprende anche un bellissimo parco e la chiesa romano-cattolica Farny del XVI secolo. Trasferimento a Brest e sistemazione in hotel. Pasti liberi. Pernottamento a Brest.

GIORNO 4
Brest
Prima colazione e visita della “Porta occidentale” del paese. Vedremo la Cattedrale di San Simeone, Chiesa della Croce di Brest, Piazza della Libertà, stazione ferroviaria di Brest, Chiesa di San Nicola. Passeggeremo lungo la famosa via Sovetskaya, i tranquilli boulevard e scopriremo la triste ed eroica storia della Fortezza di Brest, conosciuta soprattutto per la battaglia del 22 giugno 1941 fra le guardie di frontiera sovietiche e le forze tedesche in cui persero vita più di 4000 soldati. Rientro in hotel. Tempo libero. Pasti liberi. Pernottamento a Brest.

GIORNO 5
Brest – Belovezhskaya Puscha – Grodno
Prima colazione. Partenza verso il parco nazionale Belovezhskaya Pushcha (60 km circa), incluso nella lista dei siti del patrimonio mondiale UNESCO. Il parco, che ha recentemente celebrato il suo 600° anniversario, un tempo faceva parte dell’immensa foresta primordiale della pianura europea. Attualmente la riserva ospita circa 200 specie di uccelli, tra cui corncrake, gufo reale, cicogna bianca, insieme a 60 specie di mammiferi, tra cui re di quaglie, cavalli selvaggi, alci, cervi e il famoso bisonte, uno dei simboli del paese. Visita al museo della natura, allo zoo all’aperto e alla residenza del Babbo Natale Bielorusso. Trasferimento verso Grodno, arrivo e sistemazione in hotel. Pasti liberi. Pernottamento a Grodno.

GIORNO 6
Murovanka – Lida – Minsk
Prima colazione. Partiamo alla scoperta di Grodno: vediamo la Chiesa di Francesco Saverio, Chiesa del ritrovamento della Santa Croce e Monastero di Bernardino, Sinagoga corale di Grodno, Castelli antichi e nuovi, Chiesa di Kolozhskaya (Borisoglebskaya). Proseguiremo verso Lida, durante il tragitto ci fermiamo nel villaggio di Murovanka per vedere la chiesa di Molomazheykovskaya – tempio di tipo difensivo della prima metà del XVI secolo. La chiesa fu costruita in onore della Natività della Beata Vergine Maria a spese del podkonyushy Pan Shimko Matskevich Shklensky di Vilna in stile gotico. Visita al castello di Lida. Proseguimento a Minsk, arrivo e sistemazione in hotel. Tempo libero. Pasti liberi. Pernottamento a Minsk.

GIORNO 7
Minsk – Khatyn – Vitebsk
Dopo la prima colazione andremo al Khatyn memorial che rimane uno dei memoriali più inquietanti della seconda guerra mondiale in tutta Europa. Fino al 1943, Khatyn era il solito villaggio bielorusso situato a nord-est di Minsk. Ma il 22 marzo 1943 le forze tedesche occupanti circondarono il villaggio. Tutti gli abitanti furono radunati e portati in un fienile, che fu poi dato alle fiamme. Sono morte circa 149 persone, tra cui 75 bambini. La storia di Khatyn non è unica. Nella Grande Guerra Patriottica (Seconda Guerra Mondiale) gli abitanti di 628 villaggi bielorussi furono bruciati vivi dai nazisti. Proseguimento verso Vitebsk. Arrivo in hotel e pernottamento. Pasti liberi.

GIORNO 8
Vitebsk – Minsk
Prima colazione. Visita di Vitebsk, la capitale culturale del paese, famosa per il suo ricco patrimonio artistico e per essere la città natale e la principale fonte d’ispirazione del famoso pittore surrealista Marc Chagall. Visita alla casa museo di Chagall. Proseguimento con il Palazzo del Governatore, la Chiesa dell’Annunciazione, il Municipio, Cattedrale dell’Assunta, Piazza della Vittoria, Chiesa di Santa Barbara, Anfiteatro estivo. Trasferimento a Minsk. Pasti liberi. Pernottamento a Minsk.

GIORNO 9
Minsk – Volo – Italia
Trasferimento all’aeroporto in tempo utile per il volo di rientro. Volo. Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.