Durata: 24 Ago 2019 - 08 Set 2019
Luogo: CAUCASO RUSSO
Prezzo: Da €2500
Programma di viaggio: scarica il PDF

Un viaggio davvero insolito per scoprire il cuore del Caucaso Russo ancora non colpito dal turismo di massa e immergersi nelle storie, miti, tradizioni e paesaggi da togliere il fiato, passando dal Daghestan, l’Ossezia Settentrionale, Cecenia e Calmucchia.

DURATA:
16 giorni / 15 notti

PUNTI FORTI:
• Un incredibile itinerario fuori dalle solite mete turistiche;
• Paesaggi, tradizioni e miti caucasici;
• Vladicavkaz, Grozny e Makhachkala;
• La Repubblica Buddhista di Calmucchia

PROGRAMMA:
GIORNO 1 – Sabato 24 agosto
Italia–Volo–Makhachkala–Kaspijnsk-Makhachkala
Arrivo in aeroporto. Disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per la Russia. Arrivo a Makhachkala, incontro con il nostro personale locale e trasferimento in hotel. Prima conoscenza della capitale del Daghestan sul mar Caspio, conosciuta come “Angi-Khala” (città perlata) in lingua locale. Nel 1844 sul territorio dell’attuale Makhachkala fu costruita la fortificazione militare Petrovskaya, in seguito il porto e alla fine del XIX fu stabilita la comunicazione ferroviaria con Vladikavkaz e Baku, diventando ufficialmente in tal modo una città, Petrovsk-Port. Nel 1921, Makhachkala acquistò il suo nome odierno in memoria del capo dell’Armata Rossa locale, Makhacha Dakhadayev, che morì durante i combattimenti per il potere sovietico. In serata passeggiata sul lungomare di Kaspijnsk. Cena in un ristorante locale, rientro a Makhachkala e pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 2 – Domenica 25 agosto
Makhachkala – Sulak canyon – Dubki – Makachkala
Colazione in hotel e partenza per l’escursione sulla “Via degli Antenati”, il canyon e la riserva naturale lungo le limpide acque del fiume Sulak da dove è possibile osservare il volo delle aquile e visitare i luoghi dove si soffermò Alexandre Dumas durante il suo viaggio nel Caucaso nel 1858. Sosta lungo il percorso al villaggio di Dubki, cittadina abitata dai vecchi dipendenti della diga. Rientro a Makhachkala, cena e pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 3 – Lunedì 26 agosto
Makhachkala – Derbent – Makachkala
Colazione in hotel. Partenza per Derbent e visita della città, chiamata in antichità “Porte Caspiche” per la sua posizione strategica e del sito UNESCO, conosciuto come le “Porte di Alessandro” con la Cittadella di Naryn-Kala che domina il mar Caspio dalla collina, le antiche mura, la moschea. Rientro a Makhachkala, cena e pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 4 – Martedì 27 agosto
Makhachkala – – Sarykum – Kubachi
Prima colazione in hotel. Partenza per la riserva naturale di Sarykum con le caratteristiche dune di sabbia, partendo dalla stazione ferroviaria abbandonata di Kum–Torkale nel villaggio di Korkmaskala. In serata arrivo a Kubachi. Pernottamento in case private con rispettive famiglie. Pensione completa.

GIORNO 5 – Mercoledì 28 agosto
Kubachi – Salta – Balkhar – Gunib
Prima colazione e visita di Kubachi, uno dei più grandi centri tradizionali del Caucaso per l’elaborazione artistica di metallo. Partenza per il pittoresco villaggio di Gunib, che ha avuto un ruolo fondamentale nella guerra del Caucaso del 1859. Passeggiata per Gunib per ammirare lo spettacolo della natura che circonda questo piccolo villaggio, le sue case dai tetti colorati e popolazione molto amichevole. Durante la giornata visita alle bellissime cascate sotterranee di Salta ed al villaggio di Balkhar, famoso per la lavorazione di terracotta. Pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 6 – Giovedì 29 agosto
Gunib – Botlikh – Khunzakh – Karabakh – Kezanoyam
Prima colazione e proseguimento del percorso, passando dalle gole naturali, cascate e dai villaggi tipici come Botlikh, Khunzakh e Karabakh. Pranzo lungo il percorso. Arrivo a Kezenoyam e sistemazione in hotel. Pernottamento e cena in hotel sul bellissimo lago Kezenoyam, il più grande e profondo del Caucaso del Nord. Pensione completa.

GIORNO 7 – Venerdì 30 agosto
Kezanoyam – Shatoy – Sharoy – Itum Kale – Grozny
Prima colazione in hotel e proseguimento del percorso lungo le impervie montagne della Cecenia attraverso Shatoy, Sharoy e Itum Kale, fino a lambire i confini con la Georgia. Arrivo a Grozny, capitale della Cecenia e uno dei centri abitati più popolosi del Caucaso Settentrionale. Pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 8 – Sabato 31 agosto
Grozny–Argun–Grozny
Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita di Grozny. In serata partenza per Argun per vedere la grande moschea dedicata al Presidente Akhmat Kadyrov con la sua splendida illuminazione. Rientro a Grozny. Pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 9 – Domenica 1 settembre
Makhachkala – Memoriale Magas – Vladikavkaz
Colazione in hotel. Partenza per Vladikavkaz la capitale della Repubblica dell’Ossezia del Nord – Alania. Durante il tragitto visita al Memoriale delle Guerre a Magas, Inguscezia. Sistemazione in hotel. Prima visita della città, cena e pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 10 – Lunedì 2 settembre
Vladikavkaz – Beslan – Vladikavkaz
Prima colazione in hotel. Partenza per Beslan in occasione del 15° anno dall’eccidio della “Scuola n. 1”, tristemente nota per il massacro avvenuto fra il 1° e il 3 settembre 2004 dove persero la vita più di trecento persone, fra le quali 186 bambini. La visita proseguirà al cimitero – memoriale delle vittime e con l’incontro con alcune madri e parenti dei bambini uccisi che racconteranno la propria diretta e drammatica esperienza di quei giorni. Rientro a Vladikavkaz e visita della città. Pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 11 – Martedì 3 settembre
Vladikavkaz–Alagir–Tamisk–Fiagdon-Dargavs-Vladikavkaz
Prima colazione in hotel. Partenza per Alagir con possibilità di godersi di un bagno nelle acque calde a 30°. Proseguimento per Tamisk, verso il confine con l’Ossezia del Sud (stato a riconoscimento limitato, il cui territorio è rivendicato dalla Georgia) per visitare l’enorme statua di San Giorgio che domina la strada. Soste ai vari monumenti di epoca sovietica in memoria della II° Guerra Mondiale. Pranzo tradizionale lungo la strada. Proseguimento per Dargavs, conosciuta come “La Città dei 10.000 morti” e visita della sua vasta necropoli con antiche e elaborate tombe. In seguito rientro a Vladikavkaz. Pernottamento in hotel. Pensione completa.

 

GIORNO 12 – Mercoledì 4 settembre
Vladikavkaz- Volchi Vorota – Vinogradskoe- Budennovsk
Prima colazione in hotel. Partenza verso la riserva sul lago “Porta del Lupo”. Pranzo sul lago con possibilità di rilassarsi con gita in barca, pesca, passeggiata a cavallo. Visita al villaggio vinicolo di Vinogradskoe con eventuale degustazione di vini locali. Arrivo a Budennovsk e visita al lago Buyvola, il lago cittadino, e poi all’ ospedale della città, luogo di un drammatico attacco terroristico nel 1995, durante la 1° guerra cecena, in seguito al quale morirono circa 150 persone. Pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 13 – Giovedì 5 settembre
Budennovsk – Elista – Yergeni – Adyk – Budennovsk
Prima colazione in hotel. Partenza per Elista, la capitale della Calmucchia, repubblica buddista nel centro dell’Europa. Visita di alcuni templi buddisti, tra cui il più grande d’Europa; della Città degli Scacchi; delle yurte tradizionali calmucche. Sosta nella steppa dove si ammireranno i cammelli da combattimento, alle colline di Yergeni ed al parco nazionale di Adyk. Rientro in hotel a Budennovsk e pernottamento. Pensione completa.

GIORNO 14 – Venerdì 6 settembre
Budennovsk – Kislovodsk – Zhelesnovodsk – Lermontov – Mineralnye Vody
Prima colazione in hotel. Partenza per la visita dei due maggiori centri termali della regione, Kislovodsk e Zelesnovodsk, tra i più rinomati di tutta la Russia e dell’Urss dei tempi. Visita alle miniere di uranio (soggetta a riconferma), nei dintorni del paese di Lermontov, sito segreto durante l’Urss, tanto da essere identificato con un nome in codice. Arrivo a Mineralnye Vody e pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 15 – Sabato 7 settembre
Mineralnye Vody – Pyatigorsk – Mineralnye Vody
Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita di Pyatigorsk, la città che ha ospitato alcune delle figure più importanti della letteratura russa come Aleksandr Pushkin e Mikhail Lermontov, ispirando alcune delle loro opere. Come il romanzo “Eroe del Nostro Tempo”, ambientato proprio nei luoghi dove poi Lermontov morì in seguito ad un duello d’ armi. Pyatigorsk, la “città dei 5 colli” è famosa anche per le sue numerose fonti termali ed era una rinomata stazione vacanziera durante i tempi dell’Urss. Visita al monastero della Santa Assunzione diBeshtau Gorsky, abitato da monaci legati alla tradizione del monte Athos in Grecia, i quali vivono in totale autosufficienza, avendo una propria fattoria, una panetteria, lavorando le candele di cera e stampando un proprio giornale. In serata escursione sul colle Beshtau, dal quale si gode una splendida vista sulla città. Rientro a Minerlanye Vody e pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 16 – Domenica 8 settembre
Mineralnye Vody – volo – Italia
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di rientro. Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.

*Il programma e le visite dei villaggi sono soggetti a riconferma e possono variare in basse alle condizioni atmosferiche e altri fattori.