Durata: 14 giorni/ 11 notti
Luogo: Tanzania
Prezzo: A partire da: €1295 bambino/€ 1835 adulto
Programma di viaggio: scarica il PDF

GIORNO 1
Italia – Volo
Partenza  con volo di linea,  notte a bordo.

GIORNO 2
Dar es Salaam- Mikumi National Park
Al vostro arrivo all’aeroporto del Dar es Salaam ci sarà la vostra guida ad attendervi. Dopo le presentazioni si caricano i bagagli e vi trasferite nel parco Nazionale di Mikumi. Pomeriggio libero.
Cena e pernottamento a BASTIAN CAMP.

GIORNO 3
Mikumi National Park
Dopo colazione partenza per il game drive per avvistamento della fauna selvatica. Nel parco si possono facilmente avvistare elefanti, giraffe, zebre, gnu, eland, kudu ,antilopi nere, iene maculate, impala, facoceri, bufali e babbuini. Secondo le guide locali, a Mikumi ci sono buone possibilità di vedere il leone che si arrampica su un tronco d´albero. La vegetazione di questa zona è costituita da savana con alberi di acacie, baobab, alberi delle salsicce e tamarindi.
Pranzo a pic-nic, cena e pernottamento a BASTIAN CAMP.

GIORNO 4
Mikumi National Park- Selous Game Reserve
Dopo la colazione partenza per la Riserva di Selouse. Durante il trasferimento che dura circa 5 ore si attraversa una delle zone più inesplorate e selvagge della Tanzania, il paesaggio è affascinante e cambia continuamente, si attraversano le montagne Uluguru, fiumi, villaggi con case fatte di fango, piccole fattorie. Arrivo nella Selous Game Reserve nel tardo pomeriggio.
Pranzo a pic-nic, cena e pernottamento a SUNSET LODGE.

GIORNO 5
Selous Game Reserve
Dopo la prima colazione partenza per un altro game drive con auto 4×4 per esplorare la riserva. Questo ci permetterà di avere delle ottime opportunità fotografiche e ci da la possibilità di esplorare diverse sezioni di questo ampio parco. Con i suoi 55.000 km quadrati di superficie il Selous è la più grande riserva africana. L’elemento dominante è l’acqua che lo contraddistingue da tutti gli altri parchi della Tanzania creando una varietà di situazioni paesaggistiche. Questa riserva ospita tantissimi animali ed una grande varietà di uccelli. Vi si trovano tantissimi animali: bufali, elefanti, leoni, ippopotami, gnu, zebre, gazzelle, antilopi nere, impala, licaorni e circa 440 specie di uccelli.
Pranzo a pic-nic, cena e pernottamento a SUNSET LODGE.

GIORNO 6
Selous Game Reserve
Il Selous è attraversato dal grande Fiume Rufiji a sua volta alimentato dalle acque del Grande Ruaha. Oltre ai tradizionali safari in 4×4 vanta una forte tradizione di safari in barca. Con una moltitudine di destinazioni, che vanno dal corso principale del fiume Rufiji ai numerosi canali laterali e vari laghi, offre una splendida opportunità di vedere da vicino una moltitudine di bellissimi uccelli, coccodrilli e ippopotami, cosi` come molte altre specie di animali che vengono al fiume per dissetarsi e rinfrescarsi e non è raro trovare in acqua grandi gruppi di elefanti. Con un po’ di fortuna si possono avvistare felini lungo le rive. Un ospite particolare del fiume Rufiji è lo squalo leuca, noto come squalo del Zambesi che dal delta nell’oceano indiano riesce a risalire il fiume fino a 200 kilometri.
Pranzo a pic-nic, cena e pernottamento a SUNSET LODGE.

GIORNO 7
Selous Game Reserve -Zanzibar
Dopo colazione trasferimento all´ aeroporto di Selouse e volo per Zanzibar.
Al vostro arrivo all’aeroporto ci sarà la vostra guida ad attendervi per il trasferimento al vostro hotel a Zanzibar. L’albergo Sahari Zanzibar è situato in una location esclusiva, dove la natura e l’oceano incontaminato hanno il predominio. Costruito vicino al villaggio di pescatori di Bwejuu, nella costa est di Zanzibar, dista 50 km dalla città di Stone Town. L’Hotel è situato all’interno di un palmeto, ricco di fiori tropicali, e si affaccia direttamente sull’oceano con il suo ristorante e il bar. Il ristorante unisce le tradizioni italiane alle ricette locali, con influenze della cucina indiana e giapponese: ogni giorno potrete gustare pesce fresco come aragoste, gamberi, cicale e calamari accompagnati dalla freschezza e dal gusto di insalate e frutta tropicali.
Pernottamento presso SAHARI ZANZIBAR Hotel.

GIORNI 8-9-10-11
Zanzibar
Soggiorno nella meravigliosa isola di Zanzibar.
Zanzibar è nota per molti motivi. A causa dell’influenza congiunta delle culture arabe, persiane e bantu, e della frenetica attività commerciale che ha legato Zanzibar al Medio Oriente e persino all’India e alla Cina, l’arcipelago è uno dei luoghi più rappresentativi della cultura swahili, la cui lingua fu a lungo quella predominante negli scambi commerciali fra Asia e Africa, e tuttora svolge il ruolo di lingua franca in gran parte dell’Africa orientale.
Il centro storico della capitale di Zanzibar, Stone Town, ricco di testimonianze architettoniche e storiche della cultura swahili, è stato dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO. Zanzibar fu anche un luogo centrale del commercio di schiavi a est dell’Africa, nonché della via delle spezie, e ancora oggi una parte significativa della sua economia si basa sulla produzione di chiodi di garofano, noce moscata, cannella, pepe e zenzero.
Prima colazione e pernottamento presso SAHARI ZANZIBAR Hotel.

Durante il soggiorno si possono scegliere  da fare tra le numerose escursioni per scoprire l´isola:(non incluse)

Isola della prigione.  Nonostante il nome, l’isola non è mai stata utilizzata come prigione, ma piuttosto nei suoi edifici gli schiavi venivano tenuti prima di essere spediti alla volta dei paesi arabi. La prigione è stata costruita nel 1893. Le sue celle sono attualmente rifugio temporaneo per le tartarughe giganti che abitano l’isola, provenienti dalle Seychelles. Le tartarughe furono un dono del sultano di Zanzibar per la sua concubina.

Foresta di Jozani. Si tratta del unico parco nazionale di Zanzibar, l’unica foresta indigena rimasta, situata tra la baia di Chwaka e Uzi e confina al nord con le foreste di mangrovie, La zona è un mosaico di diversi habitat e specie rare, endemiche e minacciate, come la scimia Red Colobus.. È una delle rare specie di scimmie nel mondo, con solo 2000 esemplari. Sono presenti oltre 100 specie di farfalle e tantissimi piccoli uccelli.

Gita delle Spezie.Si tratta di una visita alle piantagioni di spezie, che un tempo non molto remoto erano una delle attività principali di Zanzibar. Adesso sono semplicemente coltivate per il consumo casalingo o per essere vendute ai turisti. Si possono vedere tantissimi alberi di frutta come mango, ananas, papaia, banane, frutti della passione e molti altri. Molte di queste piante, oltre ad essere usate in cucina, sono usate come cura per molte malattie. Vengono coltivati l’albero di cannella, che profuma dalla cima alle radici, il cardamomo, i chiodi di garofano, la più importante delle colture di Zanzibar, la noce moscata, il pepe nero, il ginger, , la vanilia, il caffe.

Safari Blu lungo la costa ovest di Zanzibar. Si tratta di una giornata in che vi permetterà di conoscere la costa ovest di Zanzibar con la costa frastagliata e un mare costellato da decine di piccole isole, a volte solo piccole lingue di sabbia corallina. Si percorre un tratto di oceano dove il corallo è ben conservato e dove è possibile fare snorkeling in cerca di pesci multicolori, coralli colorati, anemoni che ospitano i pesci pappagallo onnipresenti.

GIORNO 12
Zanzibar- Dar es Salaam
Mattinata in spiaggia. Nel pomeriggio trasferimento a Stone Town da dove prenderete il traghetto per Dar es Salaam.
Pernottamento presso SLEEP INN KARIAKOO o simile.

GIORNO 13
Dar es Salaam- Volo

GIORNO 14.
Arrivo in Italia in prima mattinata.