Durata: 21 Mar 2019 - 31 Mar 2019
Luogo: RUSSIA - PENISOLA DI YAMAL
Prezzo: Da €3500
Programma di viaggio: scarica il PDF

PARTENZA DI GRUPPO: 21 MARZO 2019

Questo viaggio vi porterà nella Siberia artica alla “fine del mondo” per scoprire gli incredibili allevatori di renne NENETS di origine samoieda, che hanno conservato la cultura più tradizionale e colorata di qualsiasi gruppo nomade del pianeta. Gli ospiti vivranno a stretto contatto con una famiglia di Nenet nei loro chum caratteristici e si uniranno alla loro epica migrazione.

DURATA:
11 giorni / 10 notti

PUNTI FORTI:
• Viaggio etnico-culturale alla “fine del mondo”;
Festival di Allevatori di Renne;
• Convivenza con i nomadi Nenets, allevatori di renne da oltre mille anni;
• Natura incontaminata siberiana;
la macabre storia del gulag;
• Villaggi tipici siberiani.

PROGRAMMA:
GIORNO 1 – giovedì 21 marzo
Italia – Volo – Mosca
Partenza con volo di linea verso Mosca. Arrivo a Mosca, disbrigo delle formalità doganali e incontro con il nostro personale locale. Trasferimento in hotel Radisson Blu o similare. Pasti liberi.

GIORNO 2 – venerdì 22 marzo
Mosca – Volo – Salekhard – Yar Sale/Nadym
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo verso Salekhard, la capitale della regione autonoma di Yamal-Nenets (durata del volo 3h circa). Arrivo a Salekhard e trasferimento con il fuoristrada Trekol a sei ruote motrici o con l’Hovercraft verso il villaggio di Yar Sale (7 ore circa) o verso Nadym (10 ore circa). Il percorso e la durata dei trasferimenti dipendono dalle condizioni meteorologiche. Questo è l’unico modo per accedere al villaggio – in barca d’estate o guidando sul ghiaccio in inverno. Yar Sale, l’ultimo avamposto prima del “nulla”, fu il primo villaggio commerciale costruito sulla penisola di Yamal dai russi nel 1927. Un tempo ci vivevano soltanto i nomadi Nenets, oggigiorno invece sulla penisola di Yamal oltre il 50% dei Nenets sono in continuo spostamento, ma la maggior parte ha parenti in piccoli villaggi come Yar Sale, che offrono alloggio ai nomadi durante le rare visite ai villaggi. Pernottamento in casa dei Nenets o in hotel. Pensione completa.

GIORNO 3 – sabato 23 marzo
Yar Sale/Nadym – Accampamento dei NENETS
Prima colazione e partenza verso il campo nomade dei Nenets passando dalla vasta tundra in slitte di legno attaccate alla motoslitta. Gli allevatori di renne Nenets fanno parte dei popoli tribali più tradizionali del mondo e sono famosi per le più lunghe rotte migratorie nomadi mai esistite. Indossano indumenti fatti di pelliccia di renna e vivono nei chum, tende circolari mobili, costruite con pali di legno e rivestite di teli di lana in estate o di renna in inverno. Al centro dei chum vi è una piccola stufa che riscalda l’ambiente. Migrano fino a 2000 km all’anno trasportando con l’aiuto delle renne le tende e tutti i loro averi su slitte in legno fatte a mano. Parlano una lingua completamente estranea al russo (oggigiorno comunque studiato nelle scuole) e hanno la tradizione di sacrificare le renne agli dei di un’antica religione sciamanica. Arrivo, sistemazione nei chum e prima conoscenza dei nomadi e del loro modo di vivere. Pernottamento nei chum. Pensione completa.

GIORNI 4-7 – domenica 24 marzo – mercoledì 27 marzo
Accampamento dei NENETS
L’esperienza unica di queste giornate insieme ai Nenets vi rimarrà impressa per tutta la vita, vivendo con gli allevatori di renne, mangiando e dormendo nei chum. Non è previsto un itinerario fisso, gli ospiti potranno semplicemente osservare e prendere parte alla vita quotidiana dei Nenets e immergersi in questa antica cultura. La vita quotidiana potrebbe includere pastorizia e allevamento di renne (fino a 10.000 in una mandria), migrazione verso un nuovo accampamento, abbattimento di alberi per la legna da ardere, raccolta di ghiaccio o neve per l’ottenimento dell’acqua, costruzione delle nuove slitte, cucito di vestiti o pellicce e così via. Prima, dopo e durante la giornata lavorativa saranno più che felici di rispondere a qualsiasi domanda, raccontarvi storie e parlare delle loro vite, pensieri e credenze spirituali. Di solito i Nenets si nutrono di carne e pesce quasi crudi e bevono sangue di renne (il loro pasto preferito!), ma hanno anche del pane, cipolle e lattine di latte condensato che comprano in viaggi occasionali nei villaggi. Saranno felici di cucinare carne di renna per gli ospiti in modo da non essere obbligati a mangiarla cruda come fanno loro. Con un po’ di fortuna potrete ammirare l’incantevole aurora boreale della penisola di Yamal. Grazie all’atmosfera spesso limpida, i tramonti sono particolarmente spettacolari. Un’altro fenomeno che è possibile osservare nella penisola Yamal è l’halo, una sorta di disco attorno al sole creato dal riflesso dei cristalli di ghiaccio. Pernottamento nei chum. Pensione completa.

GIORNO 8 – giovedì 28 marzo
Accampamento dei NENETS – Yar Sale/Nadym
Prima colazione e rientro verso il villaggio di Yar Sale o Nadym in slitte di legno attaccate alla motoslitta. Pernottamento in casa dei Nenets o in hotel. Pensione completa.

GIORNO 9 – venerdì 29 marzo
Yar Sale/Nadym – Salekhard
Prima colazione e trasferimento con il fuoristrada Trekol sulla superficie ghiacciata del fiume Ob verso Salekhard. Pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 10 – sabato 30 marzo
Salekhard – Festival dei Pastori di Renne
Prima colazione. Intera giornata dedicata al Festival dei Pastori di Renne (Den’ Olenevoda), il giorno più atteso dell’anno a Salekhard, che normalmente cade l’ultimo sabato di marzo. I festeggiamenti si svolgono nel centro della città e sulle rive dei fiumi Poliabta e Shaitanka con centinaia di Nenet che provengono da tutte le parti della regione con le loro renne per partecipare ai concerti, competizioni negli sport tradizionali, esibizioni di costumi tradizionali. Pernottamento in hotel. Pensione completa.

GIORNO 11 – domenica 31 marzo
Salekhard – volo – Mosca – volo – Italia
Prima colazione e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo verso Mosca. Arrivo a Mosca e proseguimento con il volo internazionale di rientro. Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.

*Se il Festival dei Pastori di Renne dovesse essere spostato dal 30 al 23 marzo, passeremo la notte del 22 marzo a Salekhard, visiteremo il festival il giorno successivo e proseguiremo verso Yar Sale o Nadym il 24 marzo.

**Si prega di notare che il viaggio è incentrato sulla convivenza con i Nenets della penisola di Yamal, i pastori più tradizionali e con mandrie di renne più grandi in tutta la regione autonoma di Yamal-Nenec. Tuttavia, a causa del clima severo e condizioni meteorologiche imprevedibili, l’itinerario può essere modificato seguendo altre famiglie più vicine a Salekhard o nei monti Urali polari. In questo caso anche le tempistiche potrebbero subire delle variazioni.