Durata: 04 Set 2021 - 11 Set 2021
Luogo: Italia
Prezzo: Da €970
Programma di viaggio: scarica il PDF

Settimana di trekking ed esperienze gastronomiche in Sicilia con base a Santo Stefano Quisquina, nel cuore del Parco dei Monti Sicani, fra le province di Agrigento e Palermo, ospiti di un albergo diffuso. Ogni mattina escursioni, visite ed esperienze varie accompagnati da esperte guide locali, la sera cena tutti assieme alla scoperta dei sapori di questa splendida terra.

DURATA:
8 giorni / 7 notti

PUNTI FORTI:
-Centro di Recupero Rapaci della LIPU, ultimo baluardo per la salvaguardia dei rapaci in Sicilia
– Palazzo Adriano, set del film Premio Oscar “Nuovo Cinema Paradiso”
– Acquatrek sul fiume Sosio
– Gli splendidi Monti Sicani
– Un tuffo nella gastronomia siciliana

 

 

PROGRAMMA:
GIORNO 1 – sabato 4 settembre
PALERMO – FICUZZA – SANTO STEFANO QUISQUINIA
All’aeroporto di Palermo incontro con la guida e transfer per i Monti Sicani; lungo il viaggio ci fermeremo a Ficuzza per visitare la Real Casina di caccia di Re Ferdinando IV di Borbone ed il Centro Recupero Rapaci della LIPU (rimasto ormai l’ultimo baluardo per la salvaguardia dei rapaci in Sicilia). All’arrivo a Santo Stefano saremo distribuiti nelle case dell’Albergo Diffuso; prima di cena faremo una passeggiata nel centro storico del paese per ambientarci e scoprire la settecentesca Chiesa Madre, la storica Villa Comunale, l’oratorio di S. Francesco di Sales, fontane e piazze principali del Borgo che ci ospiterà.
Pasti: cena tipica
Pernottamento: albergo diffuso

GIORNO 2 – domenica 5 settembre
TREKKING DEI SANTUARI – 18 km di cammino
Percorso ad anello tra le montagne del paese per visitare le principali architetture e paesaggistiche: la Chiesetta di S. Calogero, l’Eremo di S. Rosalia ed il bosco alla Quisquina, la secolare quercia grande ed il Teatro Andromeda opera dello scultore Lorenzo Reina.
(Ore di Cammino: 7; Difficoltà: Escursionistica; Lunghezza km 18; quota min. partenza/arrivo 740 m., quota max 1.188 m; tipo tracciato: in prevalenza su carrereccia sterrata o mulattiera comoda, brevi tratti su sentiero stretto, sono previsti anche tratti su terreno libero).
Pasti: colazione e cena.
Pernottamento: albergo diffuso

GIORNO 3 – lunedì 6 settembre
ACQUA TREK NEL FIUME SOSIO – CALTABELLOTTA – 8 km di cammino
Spostamento in bus per la risalita del Fiume Sosio sino alla vecchia centrale idroelettrica tra gole, “nache” e la fitta vegetazione ripariale. Nel pomeriggio, visiteremo l’antica Caltabellotta accompagnati da Paolo, storica guida locale, per visitare il Duomo edificata su un’antica moschea, il Museo d’arte Moderna ed i ruderi del castello.
(Ore di Cammino: 3+2; Difficoltà: Turistica; Lunghezza: 5+3 km; Dislivello: +/- 70 mt, Tipo tracciato: al mattino in gran parte sul letto fluviale con fondo ghiaioso e roccioso; tratto di ritorno in prevalenza su sentiero, tranne in alcuni punti di guado; al pomeriggio strada urbana).
Pasti: colazione e cena.
Pernottamento in albergo diffuso

GIORNO 4 – martedì 7 settembre
LA DORSALE MONTUOSA DI MONTE CAMMARATA – 20 km di cammino
Ci sposteremo in bus nella vicina Cammarata e da qui tornare a Santo Stefano attraverso un saliscendi che ci porterà in cima a Monte Cammarata (1.578 mt), Monte Gemini (1392 mt), e a godere della vista da Pizzo della Rondine (1.246 mt). Cena a base di verdure con ricette tipiche della tradizione sicana.
(Ore di Cammino: 6:30; Difficoltà: Escursionistica; Lunghezza 20 km; Dislivello: +880 – 820 mt; Quota massima: 1.570 m di Monte Cammarata; Tipo tracciato: sentieri, crinale con roccette, o su carrareccia sterrata e mulattiere).
Pasti: colazione e cena.
Pernottamento in albergo diffuso

GIORNO 5 – mercoledì 8 settembre
PIZZO STAGNATARO – 14 km di cammino
Attraverso un percorso ad anello raggiungiamo il più alto monte del territorio di Santo Stefano con i suoi 1.346 mt di altitudine; dalla sua cima è possibile scorgere sua maestà l’Etna dall’altra parte della Sicilia. Cena a base di carne con ricette tipiche della tradizione sicana.
(Ore di Cammino: 5, Difficoltà: Escursionistica; Lunghezza: 14 km, Dislivello: +/-680 mt; Quota massima: 1.346 mt; Tipo tracciato: in prevalenza su carrarecce).
Pasti: colazione, cena.
Pernottamento: albergo diffuso.

GIORNO 6 – giovedì 9 settembre
TREKKING A MONTE DELLE ROSE – PALAZZO ADRIANO – 24 km di cammino
Partiremo da S. Stefano Quisquina percorrendo la dorsale di Pizzo S. Filippo-Monte delle Rose sino a raggiungere nel pomeriggio il borgo di Palazzo Adriano, tra viste mozzafiato ed emozioni ad alta quota. Il ritorno è previsto in bus. Cena a base di pesce con ricette tipiche della tradizione siciliana.
Dati escursione: difficoltà Escursionistica – livello E; lunghezza 24 km, quota partenza 850 m s.l.m., quota arrivo 690 m s.l.m; quota max 1436 m slm; quota min. 690 m s.l.m; dislivello complessivo 930 m in salita e 1.110 in discesa; tipo tracciato: terreno libero, crinale con roccette, o su carrerecce o piste trattorabili)
Pasti: colazione, cena.
Pernottamento: albergo diffuso.

GIORNO 7 – venerdì 10 settembre
TREKKING ARCHE-PASTORALE A PIZZO CASTELLUZZO – 10 km di cammino
Faremo solo 8 km per raggiungere l’area archeologica in cima a Pizzo Castelluzzo (quota 1.011 mt) e poi proseguire una Masseria per celebrare i prodotti principi del territorio: la ricotta di pecora ed il pecorino siciliano (e non solo…) e gustare la “zabbinata”, antico piatto povero sicano; serata e cena libera.
(Ore di Cammino: 4 + 1, Difficoltà: Turistica; Lunghezza: 8+2 km, Dislivello: +450 -320 mt; Quota massima: 1.011 mt; Tipo tracciato: in prevalenza su carrarecce).
Pasti: colazione, pranzo-degustazione.
Pernottamento: albergo diffuso

GIORNO 8 – sabato 11 settembre
CORLEONE – CIDMA – PALERMO
Giornata dedicata al viaggio di ritorno ma lungo il tragitto, se l’orario del volo lo consente, ci fermeremo a visitare il centro storico di Corleone ed il Centro Internazionale di Documentazione sulla Mafia e del movimento Antimafia (CIDMA) per capire realmente cosa è stata e cosa è ora la mafia, attraverso un excursus storico dalla nascita della prima mafia fino a i nostri giorni.
N.B. Il programma giornaliero è quindi subordinato all’orario del volo di ritorno.
Pasti: colazione