Durata: 9 giorni / 8 notti
Luogo: Corea del Sud
Prezzo: da € 2300
Programma di viaggio: scarica il PDF

Un viaggio alla scoprta di un mondo a parte, affascinante ed enigmatico, che offre cultura e personalità ben radicate. Corea del Sud è uno dei pochi paesi che riesce a conciliare alla pefezione le antiche tradizioni e una tecnologia sempre in evoluzione. Sarete meravigliati non soltanto da un luogo votato all’industrializzazione e alla modernità, ma  che racchiude in sé anche affascinanti paesaggi con verdi colline, boschi, antiche dimore e castelli poderosi.

DURATA: 9 giorni /  8 notti

PUNTI FORTI:

  • La dinamica e affascinante Seoul

  • L’incantevole Busan, la seconda città del Sud Corea

  • L’affascinate isola di Jeju

  • DMZ Zone

GIORNO 1
VOLO – SEOUL
Arrivo all’Aeroporto Internazionale di Seoul Incheon. Usciti dall’area doganale, incontro con l autista parlante inglese e trasferimento in hotel. Check-in al vostro hotel e resto della giornata a vostra disposizione senza guida né autista. Pasti liberi. Pernottamento in albergo IBC Hotel 3* or similar in Seoul .

GIORNO 2
INTERA GIORNATA A SEOUL
Colazione in hotel. Incontro in albergo con il vostro autista parlante inglese. Il tour inizia con la visita al Gyeongbokgung Palace, che fu il principale e il più grande dei cinque grandi palazzi costruiti dalla Dinastia Chosun. Il palazzo venne costruito nel 1394 dall’architetto coreano Jeong Do-jeon. In parte bruciato durante l’invasione giapponese del 1592, venne abbandonato a causa delle difficoltà del restauro fino agli anni ’60 del XIX secolo, quando venne ricostruito come un complesso di 330 edifici con 5.792 stanze. Simbolo della famiglia reale coreana, esso si estende su di una superficie di 410.000 metri quadrati. Dopo l’assassinio della principessa Myeongseong da parte di agenti giapponesi nel 1895, il marito (l’imperatore Gojong) lasciò il palazzo e la famiglia reale non vi fece più ritorno. Visita al Museo Nazionale del Folclore, che raccoglie testimonianze della vita tradizionale coreana. L’esposizione e’ strutturata in tre parti: la storia del popolo coreano attraverso i regni di Goryeo, di Joseon e di Silla; lo stile di vita tramite la ricostruzione di un villaggio di paesani e la loro vita quotidiana attraverso le quattro stagioni; infine il ciclo di vita dei nobili appartenenti alla dinastia dei Joseon: la nascita, la scuola, il matrimonio e il funerale. Qui si potrà assistente alla cerimonia del cambio della guardia (se prevista in questa giornata). Visita al Tempio buddista Jogyesa e al Museo del Giseng. Breve passeggiata sulla Insadong Antique Alley. La cultura tradizionale della Corea è rappresentata nelle strade di Insa-dong. Durante la dinastia di Joseon, qui si trovava lo studio reale dei pittori e negli anni ’30 i negozi hanno iniziato a vendere quadri, carta, vecchi libri, strumenti di scrittura, pennelli, e altro ancora. Oggi, le strade di Insa-dong sono ricche di oggetti d’antiquariato, artigianato tradizionale, gallerie d’arte, teatri e ristoranti tradizionali. Pasti liberi. Pernottamento in albergo IBC Hotel 3* or similar in Seoul.

GIORNO 3
Seoul –Yongin- Daejeon
Colazione in hotel e check-out. Incontro con il vostro autista parlante inglese.
Visita alle grotte di Gwangmyeong, una vecchia miniera lunga 7,9 km e che raggiunge i 275 m di profondità. È l’unica grotta nell’area metropolitana di Seoul ed è diventata una delle principali attrazioni di Gwangmyeong da quando è stata inclusa nell’elenco delle 100 destinazioni obbligatorie in Corea per il 2017-2018. L’aria fresca della grotta lo rende molto visitata in estate, mentre le numerose mostre ed eventi all’interno della grotta lo rendono interessante tutto l’anno. Molto interessante la grotta del vino che contiene oltre 170 vini prodotti nelle cantine coreane. Questa è l’unica località nella nazione in cui è possibile degustare e acquistare vini prodotti localmente da tutto il paese. La grotta è suddivisa in cantina, dove i vini sono mantenuti alla temperatura ottimale, e la sala degustazione, dove i visitatori possono provare e acquistare il loro vino preferito. Trasferimento a Yongin e visita del villaggio folcloristico Korea Folk Village un parco di grande interesse con una ricostruzione ben fatta di un villaggio d’epoca con dettagli notevoli che comprende più di 200 case tradizionali restaurate. Si va dalle case contadine a quelle dei latifondisti fino a quelle del signore della zona. Vengono ricostruiti momenti della vita quotidiana e delle cerimonie. molto interessante e utile per capire le tradizioni e gli usi della Corea. È possibile praticare attività artigianali tradizionali (lavorazione della ceramica, del legno ecc.), visitare case tradizionali, assistere a spettacoli. Visita in una scuola di cucina dove avrete l’ occasione di preparare il piatto tradizionale Kimchi con le vostre mani e anche di indossare gli abiti tradizionali coreani per una foto ricordo. Trasferimento a Daejeon. Pasti liberi. Pernottamento in albergo ICC Hotel or similar in Daejeon 3*.

GIORNO 4
Daejeon –Gyeongiu
Colazione in hotel e check-out. Incontro con il vostro autista parlante inglese. Trasferimento a Gyeongju . Capitale del regno per mille anni, prima del regno di Silla e poi di Silla Unificata, la città è talmente piena di rovine da visitare da essere stata ribattezzata museo a cielo aperto. Iniziamo la nostra visita con le Tombe reali Daereungwon, una sorta di piccolo parco che contiene numerosissimi di grandi tumuli, delle collinette al di sotto delle quali erano sepolti i re e le regine, che per mille anni, qui si sono succeduti al potere. Si può anche entrare dentro una delle tombe Cheonmachong, risalente al quinto secolo. All’interno della tomba sono esposte alcune riproduzioni degli oggetti che furono ritrovati all’interno, fra cui gioielli e un’incredibile corona, nonché i resti del re. Proseguiamo con la visita al parco Tumuli e faremo una sosta all’osservatorio astronomico Cheomseongdae, un osservatorio astronomico risalente al VII che fa parte delle aree storiche di Gyeongju, dichiarate patrimonio dell’Umanità nel 2000. Proseguirete la vostra visita con il Tempio Bulkuksa (UNESCO). Questo sito storico è stato costruito per elogiare il regno di Silla Unificato e per celebrare l’elezione del buddismo come religione di stato; si tratta di un complesso di templi enorme e splendido. L’entrata al complesso, Sokgyemun, è costituita da una scalinata e da un ponte che portano all’interno della struttura. Questa scalinata è composta da 33 gradini, corrispondenti ai 33 passi necessari verso l’illuminazione. Del complesso fanno parte due pagode: Seokgatap e Dabotap. Oltre a queste strutture, nel complesso si trovano numerose altre sale, statue (perlopiù rappresentanti figure di Buddha) e lanterne, che fanno del complesso di templi di Bolguksa uno dei luoghi storici più importanti della Corea del Sud.Finirete la giornata con la visita la Museo Nazionale di Gyeongju,che al suo interno raccoglie principalmente una collezione di reperti risalente al Regno di Silla.
Pasti liberi. Pernottamento in albergo Daemyung resort 3*o similare.

GIORNO 5
Gyeongju- Bussan
Colazione in hotel e check-out. Incontro con il vostro autista parlante inglese e trasferimento a Bussan. Prima di arrivarci sosta al tempio Haedong Yonggungsa. Il tempio buddista è appena qualche km. fuori da Busan ed è adagiato su un piccolo promontorio all’interno di una baia graziosa. Il tempio è molto frequentato della popolazione locale. Arrivo a Bussan, la seconda città più popolosa della Corea del Sud dopo Seul. Qui si trova il porto più grande del paese ed è grazie al fatto di essere una città portuale che in passato proprio attraverso Busan avvennero i primi contatti tra la Corea e gli altri paesi del mondo. Visita al UN Memorial Park . Finiremo la giornata sulla Gwangbok-dong, street, uno dei luoghi più popolari di Busan. L’area ha tra le attrazioni il mercato di Gukje e Nampo-dong zona con più di 20 ristoranti con oltre 60 anni di storia. Qui potete trovare anche una ampia varietà di deliziosi cibi da . Visita al mercato Gukje (gukje che significa “internazionale” in coreano). Il mercato di Gukje è uno dei più grandi mercati della Corea; ogni vicolo è affollato di bancarelle. Pasti liberi. Pernottamento in albergo Arvan Hotel 3* or similar.

GIORNO 6
Bussan- Jeju
Colazione in hotel e check-out. Incontro con il vostro autista parlante inglese e trasferimento in aeroporto. Volo per Jeju. (Domestic Airway 07:30 Busan – 08:30 Jeju. Incontro con il resto del gruppo a qui vi unite durante la rimanenza sull ‘ isola. L’isola è di origine vulcanica ed è dominata dal vulcano Halla-san, che con i suoi 1950 metri rappresenta il rilievo più elevato di tutta la Corea del Sud. L’isola di Jeju si formò circa 2 milioni di anni fa a seguito di un’eruzione e gode oggi di un clima subtropicale più caldo di quello della penisola coreana. A causa del relativo isolamento la gente di Jeju ha sviluppato una cultura distinta da quella del resto della Corea. Ospita migliaia di leggende locali, di cui alcune legate al cosiddetto “harubang” (nonno di pietra), il più originale artefatto del luogo, ricavato da un blocco di pietra lavica. Un altro aspetto culturale che la contraddistingue è rappresentato dalla struttura matriarcale della famiglia.
Iniziate la giornata a Jeju con una camminata a cavallo. Anche se non avete esperienza, potete godervi questa esperienza con l’aiuto del personale esperto.
Visita al Seongup Folk Village che mostra la cultura unica dell’isola di Jeju: le pareti di pietra lavica nera, i vicoli diritti ma curvi per bloccare il vento e le statue di pietra del nonno (Harubang), che sono diventate una caratteristica principale del paesaggio. I maiali neri e il tongsi sono caratteristiche particolarmente note della cultura popolare di Jeju. Assisterete all’Haeneo Performance. Haenyeo significa letteralmente “Sea-Women” e sono subacquei nell’isola di Jeju che si tuffano nell’oceano per catturare vari frutti di mare o organismi oceanici. (Potrebbe essere annullato a causa delle condizioni meteorologiche).In alternativa farete una visita al Haenyeo Museum. Prosegui mento con la visit al Seongsan Ilchulbong Peak, designato dall’UNESCO come World Nature Heritage nel 2007. Seongsan Ilchulbong Peak è sorto da sotto il mare in un’eruzione vulcanica più di 5.000 anni fa. Situato all’estremità orientale dell’Isola di Jeju, c’è un enorme cratere in cima al picco Sungsan Ilchulbong. Passeggiata sulla Jongdalri Shore Road. Proseguite con la visita alla grotta di Manjanggul, Patrimonio mondiale dell’UNESCO – La grotta di Manjanggul è uno dei maggiori tunnel di lava del mondo ed è un monumento naturale. Un tunnel di lava si forma quando la lava che si trovava in profondità nella terra emette un flusso dal picco e scorre verso la superficie. Mezza pensione con pranzo. Pernottamento in albergo Haema Hotel or similar in Jeju (3-star)

GIORNO 7
Jeju
Colazione in hotel e incontro con la vostra guida. Visita ai giardini di Hallim Park, con i suoi numerosi alberi bonsai, il giardino d’acqua e il giardino botanico subtropicale. Visiterete anche il Parco di Seolbong, parte del Global Geoparks Network dell’UNESCO, dove troverete percorsi naturalistici e sculture all’aperto, e farete un breve trekking per vedere la scogliera da cartolina e la bella vista al largo della vicina isola di Chagwi. Sosta al più grande parco a tema bonsai del mondo , Spirited Garden, seguito da una visita alla bellissima cascata a più livelli del Monte Sangang, Cheonjiyeon Falls. I percorsi a piedi qui vi portano attraverso la foresta profumata e attraverso pittoreschi ponti di pietra. Piccolo trekking di circa 1 ora).Mezza pensione con pranzo. Pernottamento in albergo Haema Hotel or similar in Jeju (3-star).

GIORNO 8
Jeju -DMZ
Colazione in hotel e incontro con il vostro autista parlante inglese che vi portera in aeroporto per prendere il volo per Gimpo. Domestic Airway 09:00 (Jeju) – 10:00 (Gimpo). A Jimpo incontrerete un nuovo autista parlante inglese che vi portera nella città di Paju per visitare la zona DMZ . Questo tour vi permetterà di immergersi nella turbolenta storia della Corea esplorando la linea che divide la Corea del Nord dalla Corea del Sud. Scopriremo il ruolo svolto da questa zona durante la Guerra Fredda e la Guerra di Corea e come oggi questa zona rappresenta un simbolo sia di divisione che di unificazione. La prima sosta e’ a Imjingak, un parco situato sulle rive del fiume Imjin dove si possono osservare l’artiglieria e i manufatti di guerra utilizzati durante il conflitto coreano. Si raggiunge poi il Ponte della Libertà, attraversato da quasi 13.000 prigionieri di guerra coreani durante il loro ritorno alla libertà. Si risale poi al bordo del pullman per dirigersi verso il terzo tunnel d’infiltrazione, situato sotto il confine tra la Corea del Nord e la Corea del Sud. Qui ci verrà spiegato qual era il ruolo di questi tunnel, che si ritiene siano stati progettati come percorso di invasione militare dalla Corea del Nord. Si prosegue con la sala mostre della DMZ per vedere le fotografie e i manufatti di guerra. Poi si prosegue per l’Osservatorio Dora. Ritorno a Seoul e visita al museo della Memoria della Guerra. Il memoriale dispone di sei sale espositive e di una mostra all’aperto, ed viene dedicato a tutti i conflitti che hanno coinvolto il paese nel corso dei secoli, in particolare il devastante conflitto fratricida tra Corea del Sud e Corea del Nord, degli anni ’50. Pasti liberi. Pernottamento in albergo IBC 3*o simile a Seoul.

GIORNO 9
SEOUL – VOLO
Colazione in hotel. Incontro con il vostro autista e trasferimento in tempo utile dall’hotel all’ aeroporto di Incheon. Fine dei nostri servizi.