Durata: 01 Feb 2019 - 10 Feb 2019
Luogo: MONGOLIA
Programma di viaggio: scarica il PDF

PARTENZA  DI GRUPPO CON ACCOMPAGNATORE AZALAI DALL’ITALIA IL 1  FEBBRAIO 2019

La più importante ed amata festa della Mongolia, la terra definita dal cielo blu. Durante la festa del Tsagaan Sar assisterete a gare di lotta, tiro con l’arco e corse di cavalli: intorno a queste discipline si sviluppano le cerimonie che durano diversi giorni. Vivrete intense giornate a stretto contatto con la popolazione, dormirete nei Gher  le tende tipiche locali e visiterete  il Parco Nazionale Hustajn Nuruu, dichiarato nel 2002 riserva della biosfera dove al suo interno vive l’animale simbolo della Nazione, in via di estinzione, il cavallo della Mongolia.

*Quote di viaggio da richiedere al nostro booking

 

GIORNO 1           01 FEBBRAIO 2019
ITALIA – ULAANBAATAR
Arrivo in aeroporto in tempo utile per le formalità di imbarco. Partenza con volo di linea per la Mongolia.

GIORNO 2           02 FEBBRAIO
ULAANBAATAR
Arrivo a Ulaanbaatar. Qui, dopo aver effettuato le operazioni di frontiera, incontrerete la nostra guida che vi accompagnerà in albergo. Relax fino a pranzo. Nel pomeriggio visita del Museo di Storia Nazionale che ripercorre la storia della Mongolia dall’antichità fino alla rivoluzione democratica del 1990, incluso il periodo di Gengis Khan, e della piazza principale Gengis Khan, con i monumenti dedicati all’omonimo eroe e a Sukhebaatar. Pernottamento in albergo. Pranzo e cena

GIORNO 3             03 FEBBRAIO
ULAANBAATAR
Dopo colazione visita del monastero di Gandan, che è il più grande e il più importante della Mongolia. In questo giorno i Mongoli si recano al monastero per pregare per il nuovo anno che inizia. Per loro è un’occasione speciale e quindi potrete vederli indossare il costume tradizionale, chiamato “Deel”. Pranzo e breve escursione alla collina Zaisan, che offre una bella panoramica su tutta la città. Cena e trasferimento in albergo. Pernottamento in gher. Colazione, pranzo e cena.

GIORNO 4             04 FEBBRAIO
“BITUUN”, L’ULTIMO DELL’ANNO
Al mattino potrete assistere a un incontro della tipica lotta libera mongola nell’apposito Palazzo. Dopo pranzo lascerete la capitale per raggiungere il campo gher “Mongolian Secret History”, situato a 114 km a ovest di Ulaanbaatar. L’ ultimo giorno dell’anno, “vigilia” del nuovo anno lunare, le famiglie si riuniscono per cenare intorno a tavole riccamente imbandite. Farete visita a una famiglia nomade e festeggerete con loro il “Bituun”, cenando con loro e giocando al tradizionale “shagai” (realizzato con ossi animali). Pernottamento in gher. Colazione, pranzo e cena.

GIORNO 5            05 FEBBRAIO
IL “NUOVO ANNO LUNARE”
In questo giorno i mongoli festeggiano l’inizio del nuovo anno lunare, che inizia con lo Tsagaan Sar (che significa mese bianco). È una festa molto sentita da tutta la popolazione, che celebra la fine del lungo e freddo inverno e dà il benvenuto alla primavera, simbolo di risveglio e rinascita. Il primo giorno dell’anno – “Shiniin Negen” – tutti indossano il loro abito migliore e si scambiano gli auguri, soprattutto con i membri più anziani della famiglia, con un rituale che si chiama Zolgokh. L’anziano “impone” le proprie mani sulle braccia tese del giovane, e insieme pronunciano una formula augurale, sfiorandosi le guance: questo significa che l’anziano può contare sul rispetto e sul supporto del giovane. Condividerete questo giorno di festa con una famiglia nomade. I piatti tipici del Bituun sono i ravioli ripieni di carne, bolliti o cotti al vapore (“buuz”), e una grande varietà di prodotti caseari, accompagnati dall’immancabile “suutei tsai”, il tipico tè mongolo con latte dal gusto inconfondibile. Pernottamento in gher. Colazione, pranzo e cena.

GIORNO 6           06 FEBBRAIO
PARCO NAZIONALE DI TERELJ
Colazione in albergo e partenza verso la Grande Statua di Gengis Khan, imponente omaggio al grande eroe nazionale e simbolo dell’orgoglio mongolo, con visita del museo situato al suo interno. In seguito trasferimento al Parco Nazionale di Terelj, luogo pittoresco e particolare per la presenza di numerose rocce dell’era Mesolitica, che gli agenti atmosferici (vento, acqua, ghiaccio, ecc.) hanno eroso nel corso dei secoli, conferendo così forme particolari. Pranzo al campo gher e visita della famosa “tartaruga di pietra”, che si direbbe opera di un gigante scultore. All’interno del parco potrete vedere gli “Ovoo”, caratteristici cumuli di pietre votive. Cena e pernottamento in campo gher. Pernottamento in gher. Colazione, pranzo e cena

GIORNI 7 e 8       07 e 08 FEBBRAIO
HUSTAIN NURUU
Trasferimento al Parco nazionale di Hustain Nuruu, che copre una superficie di 900 kmq. Qui, a partire dal 1993, sono stati reintrodotti i Takhi, chiamati anche cavalli di Prezewalski, ultimi esemplari di cavalli selvaggi esistenti al mondo. Sono cavalli di taglia piccola e corporatura robusta, con mantello color beige e crini neri. Sono geneticamente differenti dai cavalli domestici, per questo è importante che si riproducano tra loro. Attualmente il parco ospita un centinaio di esemplari. I momenti migliori per osservarli sono l’alba e il tramonto, quando si muovono in branco per abbeverarsi sulle rive del fiume Tuul. Visita del piccolo museo locale e visione di un filmato che illustra il progetto di reinserimento dei cavalli Takhi. Pernottamento in gher. Colazione, pranzo e cena

GIORNO 9              09 FEBBRAIO
ULAANBAATAR
Rientro a Ulaanbaatar e trasferimento in albergo. A seguire possibilità di fare acquisti e cena di “arrivederci”. Pernottamento in albergo. Colazione, cena

GIORNO 10           10 FEBBRAIO
ULAANBAATAR – VOLO – ITALIA
Trasferimento in aeroporto e volo di rientro in Italia.