Durata: 24 Apr 2020 - 05 Mag 2020
Luogo: TURKMENISTAN
Prezzo: Da €3000
Programma di viaggio: scarica il PDF

PARTENZA UNICA 24 APRILE 2020

Un viaggio magico in Turkmenistan in occasione della Festa Nazionale del cavallo Akhal-Teke, considerato il più bello e resistente del mondo. Oltre ai “cavalli celesti”, andremo alla scoperta di paesaggi lunari, dune e montagne che cambiano colore a secondo del giorno, grandi siti archeologici, leggendarie città e piccoli villaggi. Ashgabat, il deserto del Karakum e la Porta dell’Inferno sono solo l’inizio.

PUNTI FORTI:

• Ashgabat e la festa del Cavallo Akhal-Teke
• Yangikala Canyon, la “fortezza di fuoco”
• Deserto del Karakum e la Porta dell’Inferno
• Gonur Depe e la sua incredibile storia
• le rovine dell’antica città di Merv

GIORNO 1   VENERDÌ 24 APRILE
Italia – volo
Arrivo in aeroporto in tempo utile e partenza con il volo di linea per il Turkmenistan.

GIORNO 2   SABATO 25 APRILE
volo – Ashgabat
Arrivo di prima mattina in aeroporto di Ashgabat. Disbrigo delle formalità doganali, incontro con il nostro personale locale e trasferimento in hotel. Prima colazione e visita della capitale del Turkmenistan, una città moderna, nata, come una fenice dorata, dalle macerie dell’antica Ashgabat, distrutta prima da un fortissimo terremoto e successivamente dal passaggio del fronte sovietico. L’attuale Ashgabat mantiene un certo stile sovietico che si combina con le cupole dorate ed è in continua trasformazione, grazie soprattutto al boom economico che sta vivendo. Visiteremo il centro della città e le principali attrazioni: Parco dell’Indipendenza; piazza della Neutralità; moschea Turkmenbashi Ruhy, conosciuta come una delle più grandi moschee dell’Asia centrale e per il mausoleo del primo presidente del Turkmenistan; il colorato Bazaar Tolkuchka (giovedì/sabato/domenica). Proseguimento verso la fortezza di Nissa (sito UNESCO) – conosciuta come la prima capitale dell’antico impero dei Parti (III a.C. – III secolo d.C.). Pernottamento in hotel Nusay 5* o similare. Pasti liberi.

GIORNO 3   DOMENICA 26 APRILE
Ashgabat – Festa Nazionale del Cavallo Akhal-Teke
Prima colazione in hotel e intera giornata dedicata alle celebrazioni per la Festa Nazionale del Cavallo Akhal-Teke.
Akhal-Teke “il cavallo celeste” è una delle più pregiate e belle razze equine del mondo, discendente del cavallo Turkmeno e quindi del cavallo Arabo. Veniva considerato dalle tribù aborigene come una vera fonte di ricchezza e di salvezza, curato e nutrito come un membro della famiglia. Le maggiori celebrazioni hanno luogo all’Ippodromo Nazionale, dove affluiscono migliaia di cittadini turkmeni per assistere alle gare, mostre artistiche, concerti folcloristici. Nel pomeriggio visita del Museo Nazionale del Turkmenistan – il più grande museo del paese con la migliore esposizione di reperti antichi provenienti da tutti i siti storici del Turkmenistan. Rientro e pernottamento in hotel Nusay 5* o similare. Pasti liberi.

GIORNO 4  LUNEDÌ 27 APRILE
Ashgabat – Erbent – Damla (ca 280 km/6-8 hrs)
Prima colazione in hotel e partenza verso il villaggio di Damla (280 km) con sosta a Erbent lungo il percorso. Erbent è un piccolo villaggio rurale che piano piano sta scomparendo inghiottito dal deserto. Attraversiamo il deserto di Karakum fermandoci al delta dell’antico fiume Uzboy. Arrivo a Damla nel pomeriggio e incontro con gli abitanti del posto. Cena e pernottamento in casa locale/yurta/tenda. Pensione completa.

GIORNO 5   MARTEDÌ 28 APRILE
Damla – “Porta dell’Inferno” – Darvaza (100 km/3-4 hrs)
Prima colazione in hotel e mattinata dedicata all’esplorazione del villaggio di Damla per conoscere la vita locale nel deserto, un’occasione unica. Potrete osservare le donne turkmene con i loro abiti tradizionali cuocere il pane, produrre il feltro, gli uomini accudire cammelli, pecore e capre e tanti bambini cavalcare le dune. Pranzo in una casa locale e partenza verso Darvaza (100 km) per vedere la “porta dell’inferno”. Circa 20-30 km prima di lasciare la strada principale, ci fermeremo ad osservare altri due crateri a gas: con acqua e fanghi di zolfo; entrambi con gas che filtra dal sottosuolo. Cena e pernottamento in tenda davanti alla “porta dell’inferno”. Pensione completa.

GIORNO 6   MERCOLEDÌ 29 APRILE
Darvaza – Kunya Urgench – Dashoguz (ca 420 km)
Prima colazione e partenza verso Kunya-Urgench (320 km), un altro sito del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Arrivo e visita del mausoleo di Turabeg Khanum (XV sec.), uno dei migliori esempi architettonici del suo tempo; il minareto di KutlugTemur (XI – XIV sec.), il più alto minareto medievale dell’Asia centrale; il mausoleo di Sultan Tekesh (tardo XII sec.) e il mausoleo di Il-Arslan (metà XII sec), fondatore dell’impero pre-mongolico di Khorezmshah. Al termine delle visite proseguimento verso Dashoguz (100 km). Arrivo e pernottamento in hotel Dashoguz o similare. Mezza pensione con pranzo.

GIORNO 7   GIOVEDÌ 30 APRILE
Dashoguz – volo – Turkmenbashi – Awaza
Prima colazione e trasferimento all’aeroporto di Dashoguz per prendere il volo verso Turkmenbashi. Arrivo a Turkmenbashi e tour panoramico della città che anche oggi rimane dal profondo spirito russo, nonostante la presenza di una vasta comunità di azeri. Visita del mercato locale, della città vecchia nei pressi della stazione ferroviaria, del Museo di Storia Regionale e dell’affascinante chiesa russo-ortodossa nelle vicinanze del mare. Trasferimento in hotel Yelken Yachr Club, Gami, Hazar o similari a Awaza. Pasti liberi.

GIORNO 8   VENERDÌ 1 MAGGIO
Turkmenbashi – Yangysuw – Yangykala – Gozli Ata – Balkanabat (ca 460 km in totale)
Prima colazione in hotel e trasferimento verso Yangykala. Sosta lungo il percorso per esplorare il canyon bianco di Yangisuw e il golfo di Garabogaz. Arrivo al canyon di Yangykala, detto anche “la fortezza di fuoco” a causa delle rocce rosse che rivestono le sue pareti e cambiano le loro sfumature a seconda dell’ora del giorno e del clima, dal bianco al rosso acceso. La bellezza di questo angolo di Karakum è da lasciare senza fiato chiunque. Proseguimento per Balkanabat con sosta lungo il percorso a Gozli Ata, uno dei santuari meta di pellegrinaggio dei Sufi. Arrivo a Balkanabat e pernottamento in hotel Nebitchi o similare. Pensione completa.

GIORNO 9   SABATO 2 MAGGIO
Balkanabat – Ashgabat (ca 500 km in totale)
Prima colazione in hotel e partenza verso Ashgabat. Durante il tragitto sosta nel al santuario di Parau-Bibi vicino al paese di Serdar. Lungo la strada sosta facoltativa la lago sotterraneo di Kov Ata per fare una pausa, bere e passeggiare. Proseguimento per Ashgabat, arrivo in città e trasferimento all’hotel Nusay 5* o similare. Mezza pensione con pranzo.

GIORNO 10   DOMENICA 3 MAGGIO
Ashgabat – volo – Mary – Gonur/Margush – Mary
Colazione in hotel, trasferimento in aeroporto in tempo utile e partenza verso Mary. Arrivo a Mary e trasferimento al sito archeologico Battriano-Margiano di Gonur Tepe. Questa antica città, la capitale perduta dell’Oasi di Margiana, aveva tutto per diventare una potenza internazionale se il deserto non l’avesse letteralmente seppellita sotto le proprie sabbie. Il sito è stato scoperto nel secolo scorso dagli archeologi sovietici, ma solo adesso sta rivelando agli studiosi i suoi misteri e il contenuto dei suoi 30 ettari di estensione, la più grande di tutto il Vicino Oriente. Secondo alcuni archeologi si tratta della quinta più grande civiltà antica insieme a Egitto, Mesopotamia, Cina e India. Pranzo picnic e rientro a Mary. Tempo libero a disposizione per esplorare la città in autonomia. Pernottamento in hotel Mary o similare. Mezza pensione con pranzo.

GIORNO 11   LUNEDÌ 4 MAGGIO
Mary – Merv – volo – Ashgabat
Prima colazione e partenza per la visita dell’antica Merv, dove un tempo sorgeva una delle più grandi città dell’Asia centrale lungo la Via della Seta. Prima che venisse raso al suolo dai mongoli, questo luogo era un mix di fedi religiose e gruppi etnici. Nel parco archeologico di 1200 ettari avrete la possibilità di osservare tutte le parti costitutive della “città errante”: una serie di città adiacenti come l’antico Erk Kala e Gyaur Kala, il medievale Sultan Kala con i suoi sobborghi e i post-medievali Abdulla-Khan Kala e Bayram-Ali-Khan Kala. Oltre ai resti delle città di Merv, visiteremo le forti AD di Big e Little Kyz-Kalas, esempi eccellenti dei cosiddetti Koshk ondulati dei VI-IX secoli e gli splendidi mausolei di Sultan Sanjar e Muhammed Ibn-Zeyd del XII secolo. Al termine delle escursioni rientro a Mary e visita del Museo di storia locale che presenta una vasta gamma di reperti archeologici (risalenti dal III millennio AC fino alla fine del XIX secolo) provenienti sia dagli antichi siti di Merv che da Margush. Trasferimento in aeroporto in tempo utile e partenza per Ashgabat. Pernottamento in hotel Nusay 5* o similare. Pasti liberi.

GIORNO 12   MARTEDÌ 5 MAGGIO
Ashgabat – volo – Italia
Colazione in hotel e partenza in tempo utile verso l’aeroporto per il volo di rientro. Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.

N.B. L’itinerario è soggetto a possibili cambiamenti, le visite di alcuni siti e villaggi nella parte desertica possono subire le variazioni a seconda delle condizioni stradali, del tempo e del periodo dell’anno.