Durata: 9 Giorni
Luogo: Uzbekistan
Prezzo: Da €1270
Programma di viaggio: scarica il PDF

PARTENZE INDIVIDUALI E DI GRUPPO 2019:

9, 16, 23, 30 marzo / 6, 13, 20, 27 aprile / 4, 11, 18, 25 maggio / 1, 8, 15, 22, 29 giugno / 6, 20 luglio /10,24 agosto / 7, 14, 21, 28 settembre/ 5, 12, 19, 26 ottobre / 2, 9, 16, 23 novembre / 7, 21, 28 dicembre

*Altre date di partenza disponibili da richiedere al nostro booking
* Possibile estensione alla valle di Fergana o al “cimitero delle navi” da richiedere al nostro booking

Uzbekistan, lo Stato più ricco di storia fra tutte le repubbliche dell’Asia centrale, situato nell’antica culla formata dai fiumi Amu-Darya e Syr-Darya. Un Paese che annovera alcune delle città più antiche del mondo, molti dei principali centri lungo la Via della Seta e la maggior parte delle bellezze architettoniche di quest’area geografica.

DURATA:
9 giorni / 8 notti

PUNTI FORTI:
• La storia di un paese unico e affascinante
• Paesaggi mozzafiato
• Le meravigliose madrasse
• Khiva, Bukhara e Samarcanda: bellissime città che evocano miti e leggende
• Shahrisabz e le origini di Tamerlano

PROGRAMMA:
GIORNO 1
Italia – Volo
Arrivo in aeroporto. Disbrigo delle formalita’ d’imbarco e partenza per l’Uzbekistan. Pernottamento a bordo.

GIORNO 2
Volo – Tashkent

Complesso Khst-Imam, Tashkent

Arrivo in aeroporto internazionale di Tashkent di prima mattina, disbrigo delle formalità doganali, incontro con il nostro personale locale e trasferimento in hotel con mezzi privati. Prima colazione e inizio delle visite di Tashkent, la capitale e la città più grande dell’Uzbekistan. Esploriamo la parte vecchia della città, un dedalo di strette viuzze polverose su cui si affacciano basse case di mattoni e fango, moschee e antiche madrase (accademie islamiche). Visita della Moschea di Khodja Akhrar (1404-1490) e del Mausoleo dello Sceicco Zaynutdun, con una cella sotterranea risalente al XII secolo. La Madrasa di Kukeldash è una splendida scuola coranica del XVI secolo, la cui piazza si riempie di fedeli il venerdì in occasione della preghiera settimanale. Nelle vicinanze sorge la piccola Moschea Jami, risalente al XV secolo e utilizzata in epoca sovietica come officina per la lavorazione di lamiere. Il bazar Chorsu è un enorme mercato all’aperto, accanto alla madrasa di Kukeldash, frequentato da una moltitudine di gente proveniente dalle campagne circostanti in costumi tradizionali, la Madrasa santa, chiamata Khast Imam, la Moschea Tillya Sheykh, del XVI secolo, in cui si conserva quello che è ritenuto il più antico Corano esistente, segnato col sangue dello stesso Califfo Osman, assassinato nel 655, la Barak Khan, fondata nel XVI secolo da un discendente di Tamerlano, il mausoleo Kafal Shashi, tomba dell’omonimo poeta e filosofo dell’islam che visse dal 904 al 979. La mancanza di edifici antichi in questa città è compensata dalla presenza di grandi musei come il Museo di Arti Applicate, inaugurato nel 1937, è l’edificio in sé, progettato secondo lo stile tradizionale di Tashkent, a risultare quasi più interessante dei suoi stessi contenuti. Rientro e pernottamento in hotel Shodlik, Le Grande Plaza, Uzbekistan o similare. Pensione completa.

GIORNO 3
Tashkent – Volo – Urgench – Khiva
Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo verso Urgench. Arrivo a Urgench e trasferimento a Khiva (35 km). Intera giornata dedicata alla visita della città di Khiva. All’inizio del XVI secolo Khiva divenne la capitale dell’impero Timuride con un fiorente mercato di schiavi e ancora nel XIX secolo, anche i più impavidi e coraggiosi temevano d’imbattersi in queste feroci popolazioni e di affrontare la loro terra desertica. Entriamo nel centro storico di Khiva, passando dalla porta Koch-Darwaz. Nella cittadella antica di Khiva, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, circondata da alte mura di mattoni, sono concentrati i principali monumenti storici. Il compatto e affascinante centro storico, il più intatto in assoluto tra i centri della Via della Seta, racchiude in sé il complesso Ichan Kala; la Fortezza Kunya Ark con l’harem e le vecchie prigioni; la Scuola Coranica di Amin Khan; la bellissima Moschea di Juma, costruita nel X secolo; La Casa di Pietra, costruita come splendida alternativa alla Kunya Ark. Visita della Madrasa di Kuli Khan, del bazar e del caravanserraglio; del mausoleo del XIX secolo dedicato al patrono della città di Khiva, Pakhlavan Mahmud (1247-1325). Cena e pernottamento in hotel Bek Khiva, Old Khiva, Euro Asia o similare. Pensione completa.

GIORNO 4
Khiva – Bukhara
Prima colazione in hotel. Partenza verso Bukhara. Una volta su questo itinerario passava La Grande Via della Seta. Prima di arrivare a Bukhara, sosta per ammirare il bellissimo panorama del deserto Kyzyl Kum e le rive del fiume Amu Darya. Pranzo durante il tragitto. Arrivo a Bukhara nel pomeriggio e sistemazione in hotel. Tempo libero a disposizione. Pernottamento in hotel Kukaldosh, Minzifa, Komil Boutique o similare. Pensione completa.

GIORNO 5
Bukhara
Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita di Bukhara, città della poesia e della fiaba, situata in un’oasi del deserto Kizilkum a est del fiume Amu Darya, sul corso inferiore del fiume Zeravshan, punto d’incrocio delle vie carovaniere che collegavano l’Arabia all’India e all’antico Catai, una delle più antiche città del mondo. Oggi Bukhara è uno dei maggiori centri dell’industria e dell’economia e la maggiore città dell’Asia Centrale. Visiteremo Lyabi- Hauz, la pizza principale costruita nel 1620; Madrasa di Nodir Devan Beghi (1622), costruita originariamente come caravanserraglio; Madrasa Kukeldash (1568-1569); moschea Magoki-Attari (X-XII-XVI secolo), una delle più antiche dell’Asia Centrale; Minareto Kalyan (“Grande”), alto ben 47 metri, simbolo principale e punto di riferimento della città; Moschea Kalyan, collegata al minareto da un piccolo ponte. Proseguimento delle visite con la cittadella d’Ark (XVIII-XIX secolo), una città regale nella città, centro dell’organizzazione statale di Bukhara. Visiteremo il mausoleo dei Samanidi (X secolo), costruito nel periodo di Ismail Samani (892-907); moschea Bolo-Khauz (1712), luogo di culto ufficiale dell’emiro. Cena nel cortile di una madrasa accompagnata da un concerto di musica nazionale. Pernottamento in hotel Kukaldosh, Minzifa, Komil Boutique o similare. Pensione completa.GIORNO 6
Bukhara – Shahrisabz – Samarcanda
Prima colazione in hotel e partenza per Shahrisabz, città natale di Timur (Timur-lan letteralmente Timur lo Zoppo), storicamente conosciuto come Tamerlano, nato qui il 8 aprile 1336 e passato alla storia per essere il fondatore dell’Impero Timuride, incontrastato dominatore dell’Asia Centrale e della Persia orientale tra il 1370 e il 1507. In quel periodo la fama di Shahrisabz oscurava addirittura quella di Samarcanda. Visita del Palazzo Ak-Saray (1380-1404) “Palazzo Bianco”; del Dorus-Saodat (seggio del potere e della forza) con la tomba di Jehangir, il figlio maggiore e prediletto di Timur; del Dorut Tilovat (casa della Meditazione) e della gigantesca moschea Kok-Gumbaz (1437), utilizzata come moschea per la preghiera del venerdì. Al termine delle visite proseguimento per Samarcanda. Pernottamento in hotel Diyora Palace, Malika Prime, Zilol Baxt o similare. Pensione completa.

GIORNO 7
Samarcanda
Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita di Samarcanda: mausoleo Gur-Emir (XV secolo), che in persiano significa “la tomba dell’Emiro”, dove è sepolto il grande condottiero Tamerlano assieme ai suoi discendenti; piazza Registan, il simbolo di Samarcanda (XV-XVII secolo); moschea di Bibi Khanum (XV secolo), considerata la più grande dell’Asia Centrale; complesso Shakhi-Zinda (XIV-XV secolo), composto da alcuni mausolei; osservatorio di Ulugbek (1428- 1429), costruito dal governatore e scienziato Ulugbek. Pernottamento in hotel Diyora Palace, Malika Prime, Zilol Baxt o similare. Pensione completa.

GIORNO 8
Samarcanda – Tashkent
Prima colazione in hotel. Visita del museo archeologico di Afrasiab, dedicato alla storia della città di Samarcanda, situato vicino alle colline dell’antico insediamento di Afrasiab, e del mausoleo Daniar (XV secolo), che si trova in un luogo pittoresco non lontano dal fiume Siyob. Al termine delle visite partenza verso Tashkent. Arrivo a Tashkent, cena e pernottamento in hotel Shodlik, Le Grande Plaza, Uzbekistan o similare. Pensione completa.

GIORNO 9
Tashkent – Volo – Italia
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di rientro in Italia.  Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.