Durata: 18 Mar 2020 - 28 Mar 2020
Luogo: UZBEKISTAN
Prezzo: Da €1700
Programma di viaggio: scarica il PDF

PARTENZA UNICA DI GRUPPO: 18 marzo 2020

La celebrazione di NAVRUZ, anno nuovo orientale, è uno dei giorni più importanti per il popolo uzbeko, rappresenta il trionfo della pace e della prosperità, il ciclo della vita. Venite a scoprire lo stato più ricco di storia fra tutte le repubbliche dell’Asia centrale fra cerimonie colorate, rituali tradizionali, concerti e fiere per questa festività antichissima, celebrata da più di 2500 anni.

PUNTI FORTI:

• Celebrazioni per l’antichissima festa di Navruz
• Meravigliose madrasse
• Khiva, Bukhara e Samarcanda: bellissime città che evocano miti e leggende

GIORNO 1  MERCOLEDÌ 18 MARZO
Italia – Volo
Arrivo in aeroporto in tempo utile, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per l’Uzbekistan.

GIORNO 2  GIOVEDÌ 19 MARZO
volo – Tashkent
Arrivo all’aeroporto di Tashkent, incontro con il nostro personale locale e trasferimento in hotel. Prima colazione e partenza per la visita di Tashkent, la capitale e la città più grande dell’Uzbekistan. Visiteremo la parte vecchia della città con Khast-Imam, complesso nel quale si conserva il famoso Corano del Califfo Ottomano; il complesso architettonico con la Madrasah di Barak-Khan, la moschea Tilya-Sheykh, il Mausoleo di San Kaffal Shashi e l’Istituto di Imam al-Bukhari. Al termine trasferimento al Chorsu Bazaar, il mercato principale della città. Proseguimento con il tour della metropolitana di Tashkent, con alcune tra le più belle stazioni come Amir Timur (Tamerlano) e la stazione di Piazza di Indipendenza. La metropolitana è stata progettata dai Sovietici a partire dal 1968, ai tempi della Guerra Fredda, ed è composta da un susseguirsi di stazioni riccamente decorate in diversi stili architettonici e decorativi. Al termine delle visite rientro in albergo Grand Capital, Le Grande Plaza o similare. Cena e pernottamento. Pensione completa.

GIORNO 3  VENERDÌ 20 MARZO
Tashkent – Samarcanda
Colazione in albergo e trasferimento alla stazione ferroviaria per treno verso Samarcanda (trasferimento in treno soggetto a disponibilità). Arrivo nell’antica e leggendaria città di Samarcanda e visita della spettacolare Piazza Registan, un capolavoro di architettura medievale che consiste di 3 grandiosi edifici: Madrasa Ulugbek, Madrasa Sherdor e Madrasa Tilla Kori. Successivamente proseguimento verso la gigantesca Moschea di Bibikhanum fatta costruire, secondo la leggenda, dalla moglie più amata da Tamerlano; il Mausoleo di Gur Amir, complesso architettonico che si distingue per la caratteristica cupola scanalata e che comprende la Tomba di Tamerlano, di due figli e due suoi nipoti; la Fabbrica di Carta di Samarcanda, prodotta dal gelso. Cena in ristorante e pernottamento in hotel Malika Prime, Bek Samarkand o similare. Pensione completa.

GIORNO 4  SABATO 21 MARZO uzbekistan navruz 2020
Samarcanda – Urgut – Samarcanda
Prima colazione trasferimento verso il piccolo villaggio di Urgut per la celebrazione di Navruz, l’anno nuovo orientale, festeggiato dal 19 al 24 marzo, durante il quale le strade si riempiono di cerimonie colorate e rituali tradizionali. Potrete assistere a molti concerti nei parchi e nelle piazze, fiere di commercio e “Kupkari”, uno sport tradizionale a cavallo praticato in tutta l’Asia Centrale. Assaggerete dei piatti tipici uzbeki che si preparano solo per Navruz, come nishalda, un dolce tradizionale fatto di panna montata con lo zucchero ed erbe aromatiche; samsa, sumalak, una crema di farina e grano germogliato, e non può mancare il plov, riso con tanta carne e verdura. Rientro a Samarcanda per cena. Pernottamento in hotel Malika Prime, Bek Samarkand o similare. Pensione completa.

GIORNO 5  DOMENICA 22 MARZO
Samarcanda
Colazione in hotel e intera giornata dedicata alle visite di Samarcanda: l’osservatorio di Ulugbek, costruito fra il 1420 e il 1430 dal sovrano-astronomo; il Museo di Afrosiab con i reperti delle rovine dell’antica Samarcanda e il mausoleo di Khoja Doniyor (San Danillo). Successivamente visiteremo la moschea Khazrat Khizir e il monumentale complesso dei Mausolei Shah-iZinda, con la “tomba del re vivente”, un cugino del profeta Maometto. Cena e pernottamento in hotel Malika Prime, Bek Samarkand o similare. Pensione completa.

GIORNO 6  LUNEDÌ 23 MARZO
Samarcanda – Shakrisabz – Bukhara (380 Km)
Colazione in hotel. In mattinata partenza per Shahrisabz, una piccola località situata a 90 km a sud di Samarcanda il cui nome in lingua persiana significa “città verde”. Visita alle splendide rovine di questa antica e gloriosa città con alle spalle un passato di oltre duemila anni di storia. Venne costruita secondo un modello tipico del Medioevo con una struttura centrale simile a quelle di Samarcanda e Bukhara, continuando a svilupparsi durante il IX e X secolo nonostante i continui conflitti tra le dinastie samanidi e i turchi. Shakrisabz è famosa soprattutto per essere la città natale di Timur, (Timur-lan letteralmente Timur lo Zoppo) storicamente conosciuto come Tamerlano, nato qui il 8 aprile 1336, e passato alla storia per essere il fondatore dell’Impero Timuride, incontrastato dominatore in Asia Centrale e nella Persia orientale tra il 1370 e il 1507. In quel periodo la fama di Shahrisabz oscurava addirittura quella di Samarcanda. Tamerlano fece costruire numerosi palazzi come il Palazzo Ak-Saray (1380-1404) “Palazzo Bianco”, progettato per essere la più grandiosa tra tutte le costruzioni. I lavori vennero iniziati nel 1380 da artigiani deportati dalla neo-conquistata Corasmia. Sfortunatamente sono sopravvissute solo tracce delle sue due torri, alte 65 metri e composte di mosaici in ceramica, blu, bianchi e oro. Sopra l’entrata dell’Ak-Saray si trova una scritta a caratteri cubitali che recita: «Se metti in dubbio la nostra potenza, guarda i nostri edifici». Si prosegue con il Dorus-Saodat (seggio del potere e della forza) che contiene la tomba di Jehangir, il figlio maggiore e prediletto di Timur; il Dorut Tilovat (casa della Meditazione), il complesso di sepoltura originario di antenati di Timur e la gigantesca moschea di Kok-Gumbaz (1437), utilizzata come moschea per la preghiera del venerdì. Al termine delle visite trasferimento a Bukhara. Cena e pernottamento in hotel Kukaldosh, Minzifa Boutique o similare. Pensione completa.

GIORNO 7  MARTEDÌ 24 MARZO
Bukhara
Colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita della città: la piazza centrale Lyabi-Khauz, le madrasse Nadirkhon, Kukeldash, Aziz Khan e Ulugbek, il mausoleo Chashma Ayub, il mausoleo di Imail Samanid, la scoperta della Fortezza di Arca. Accanto alla vasca di fronte all’ingresso dell’Ark sorge la moschea Bolo-Khauz (1712), luogo di culto ufficiale dell’emiro; luogo di bellezza e interesse particolare – complesso di Poi-Kalyan; i mercati coperti di Toki Telpak Furushon e Toki Safaron, la moschea Mogaki Attari, il complesso architettonico Lyabi Hauz, il complesso di quattro minareti Chor Minor. Tempo permettendo, cena e concerto folcloristico nel cortile di una madrassa. Pernottamento in hotel Kukaldosh, Minzifa Boutique o similare. Pensione completa.

GIORNO 8  MERCOLEDÌ 25 MARZO
Bukhara e dintorni
Colazione in albergo. Inizio del secondo giorno a Bukhara con la visita di “Sitorai Mokhi Khosa”, la residenza estiva dell’ultimo emiro di Bukhara; il Mausoleo di Bakhoudin Naqshbandi, uno dei più significanti luoghi religiosi dell’Oriente; Chor-Bakr Necropoli, chiamato anche “la cittadina dei morti”, ma in lingua uzbeka “Chor-Bakr” significa “Quattro fratelli”. Rientro in hotel e tempo libero a disposizione. Cena in ristorante locale. Pernottamento in hotel Kukaldosh, Minzifa Boutique o similare. Pensione completa.

GIORNO 9  GIOVEDÌ 26 MARZO
Bukhara – Khiva
Colazione e partenza di prima mattina per Khiva. Si percorre una strada che in passato era un itinerario della Grande Via della Seta. Prima di arrivare a Khiva, sosta per godere il panorama del deserto Kyzyl Kum e le sponde del fiume Amu Darya. Pranzo durante il tragitto. Arrivo a Khiva nel pomeriggio, sistemazione in hotel e tempo libero a disposizione. Pernottamento in hotel Qibla Tozabog, Orient Star o similare. Pensione completa.

GIORNO 10  VENERDÌ 27 MARZO
Khiva – Urgench – volo – Tashkent
Colazione in hotel e mattina dedicata alla visita della città vecchia di Khiva, Ichan Kala, dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. Si andrà alla scoperta della Madrasa di Mukhammad Aminkhan, la Madrasa di Mukhammad Rahimkhan, Kalta-Minor, la Moschea Juma (Moschea del Venerdì), il Palazzo Tash-Khovli e il Mausoleo di Pakhlavan Makhmud. Sarà possibile inoltre salire sul minareto di Islam-Khogia, il minareto più alto dell’Uzbekistan, da dove si può ammirare uno splendido panorama sulla città Antica di Khiva e dell’Arca Kunya. Nel pomeriggio tempo libero a disposizione. In serata trasferimento all’aeroporto di Urgench in tempo utile per l’imbarco sul volo per Tashkent (1h40m). All’arrivo a Tashkent, trasferimento in hotel Grand Capital, Le Grande Plaza o similare. Pensione completa.

GIORNO 11  SABATO 28 MARZO
Tashkent – volo – Italia
Colazione in hotel. Trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo in partenza per l’Italia. Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.