fbpx
Tel: (+39) 055.4627448 — Cell (solo emergenze): (+39) 370.3357615
Chat Whatsapp
Durata: 10 Giorni / 8 Notti
Luogo: INDIA - ORISSA
Prezzo: a partire da € 1270 (VOLI ESCLUSI)
Programma di viaggio: scarica il PDF

Gli Adivasi di Orissa, con i loro costumi tradizionali, scendono dalle colline nei mercati settimanali per scambiare prodotti agricoli, bestiame, artigianato e acquistare merci di prima necessità secondo le antiche leggi del baratto. Ogni mercato è animato da contadini, mercanti, saltimbanchi, pellegrini e ha il sapore di una saga di paese.

Questo viaggio alla scoperta dell’ Orissa nel sud dell’India, vi porterà alla scoperta di un mondo di lussureggianti e verdi montagne con ricche risaie e terrazzamenti. Potrete incontrare alcune delle 62 tribù che abitano questo stato. In particolare la colorata ed inusuale Kondh, Gadabba e la famosa tribù Bonda, le cui società animiste sono totalmente separate ed in grande contrasto dalle tradizionali società Hindu che si trovano in tutta l’India. Esplorando i mercati settimanali incontrerete donne con tatuaggi sul viso e sulle mani, strati di perline che coprono i seni nudi, collane di alluminio e una moltitudine di orecchini.

 

GIORNO 01 Giovedi
ITALIA – VOLO
Arrivo in aeroporto in tempo utile per le formalità doganali. Imbarco sul volo che vi porterà in India.

GIORNO 02 Venerdi
Arrivo Delhi – volo Bhubaneshwar
Cambio aeromobile e proseguimento per Bhubaneshwar, la capitale dell’ Orissa, una grande città ricca di patrimonio e di etichette. Dopo pranzo si farà un’escursione alle grotte Jain, chiamate anche Udayagiri e alle Grotte Khandagiri, vecchia dimora dei monaci giainisti e buddisti. Mezza pensione con cena inclusa. Pernottamento in hotel.

GIORNO 03 Sabato
Bhubaneswar -Konarak – Puri – Raghurajpur-Bhubaneswar
Partenza per Konarak (70 km – circa 2 ore), lungo il percorso visita del villaggio di Pipli. Arrivo a Konarak e visita del tempio del Dio Sole, una delle meraviglie dell’arte religiosa induista. Il tempio fu edificato dal Re Narashimha I della dinastia Ganga nel XIII secolo, ed è legato alla leggenda della guarigione dalla lebbra di Shamba, figlio di Krishna, grazie all’intervento di Surya. Proseguimento per Puri (40 km – circa 1 ora). Puri è una delle più importanti città sacre dell’India, centro di pellegrinaggio e sede del Festival Rath Yatra (luglio), durante il quale i grandi carri attraversano la città accompagnati da una folla festante. Visita del quartiere nei pressi dell’imponente Tempio di Shri Jagannath, Krishna signore del mondo, dimora degli dei edificata nel XII secolo che vanta alte torri di 65 metri (non accessibile ai non hindù). Raghurajpur, Orissa non è solo famosa per l’arte “Pattachitra” e “Talapattachitra” ma anche per essere la città d’origine del Guru Kelucharan Mohapatra, il famoso ballerino di Odissi (danza tradizionale). Ancora oggi, sotto la guida del celebre Guru, possiamo ammirare alcuni giovani danzare. Una visita di Orissa sarebbe sicuramente incompleta senza aver visto questo piccolo villaggio. La gente qui è di grande talento ed è orgogliosa di preservare il patrimonio artistico dell’India. Rientro a Bhubaneshwar (60 km – 1 ora circa). Pensione completa. Pernottamento in hotel.

GIORNO 04 Domenica
Bhubaneswar – Sadeibarani – Joranda – Dhenkanal
Partenza per Denkenal (126 Km, 3 ore circa) e lungo il percorso sosta presso Sadeibarani e al Dokra Crafts Village dove troviamo artigiani del metallo impegnati nella produzione di una grande varietà di oggetti. Si tratta di un mestiere popolare tipico della zona di Orissa. A Sadeibarni, nel distretto di Dhenkanal, è praticato dalla casta aborigena Sithulias che conferisce ai manufatti un aspetto antico non separando l’ottone da tutti gli scarti dei vari altri metalli che vengono lavorati, arrivo e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita ai templi Joranda e Kapilas e ai vicini villaggi di ceramica per interagire con la comunità locale. Pensione completa. Pernottamento in hotel.

GIORNO 05 Lunedi
Dhenkanal -Nuapatna – Fulbani
Partenza per Fulbani (206 Km, 5 ore circa) e lungo il percorso sosta presso Nuapatna, visiteremo anche Nuapatna un villaggio dedito alla villaggio – Questo villaggio con molte cooperative di tessitori, dove secoli di tradizione tessuta in tessuto. I tessitori di , questo villaggio sono una classe a parte. I modelli TIE & DYE popolarmente conosciuta come ‘IKAT’ è un meccanismo unico di texturing. Si possono guardare tutti i passi di Ikat Bandha. Come da tradizione si intrecciano in seta. Arrivo e sistemazione in hotel. Pensione completa. Pernottamento in hotel.

GIORNO 06 Martedì
Fulbani – Kotgarh – Raygada
Partenza per Rayagada (150 Km – 4 ore circa) e lungo il percorso sosta presso Kotgarh dove è possibile visitare alcuni villaggi abitati dall’etnia delle donne dai visi tatuati, i Malliah Kondh. I Kondh, agricoltori stanziali, sono una delle popolazioni più conosciute e numerose dell’Orissa. Al centro del villaggio si trova un “totem” sacrificale utilizzato in passato per i sacrifici di bambini oggi sostituiti da bufali, uccisi per ingraziarsi le divinità. Parlano la lingua Kui e usano ancora arco e frecce per difendersi dagli animali. Le donne hanno il viso tatuato con disegni che rappresentano il muso della tigre, identificandosi così con l’animale per poter neutralizzare la magia nera di uno sciamano che secondo un’antica credenza trasformava le donne nei feroci felini. Giornata dedicate a quest’etnia e trasferimento in hotel. Pensione completa. Pernottamento in hotel.

GIORNO 07 Mercoledi
Rayagada – Chattikona – Semiliguda
Dopo colazione in hotel, partenza per Chattikona (40 Km – circa 1 ora) dove si visiterà il mercato della tribù dei Dongria Kondh caratterizzato da animati scambi e contrattazioni. I Dongria Kondh sono un’etnia piuttosto isolata e per questo aggressiva. I loro villaggi hanno pali sacrificali e numerosi luoghi di culto di cui sono gelosi custodi; se un estraneo entra in contatto con uno di questi totem, l’oggetto di culto diventa impuro e ostile alla madre-terra fino a compromettere la vita dell’intero villaggio. Prevalentemente agricoltori hanno sviluppato le colture di ananas, tuberi, papaia, mango e banana, che fioriscono rigogliose nei pressi dei loro villaggi. Le abitazioni dei Dongria sono diverse da quelle degli altri Kondh, sono basse e con tetti spioventi in paglia. Nel pomeriggio proseguimento per Semiliguda (160 Km – circa 4 ore). Pensione completa. Pernottamento in hotel.

GIORNO 08 Giovedi
Semiliguda – Escursione a Onkudelli
Giornata dedicata ad un’escursione nei villaggi di Bonda e Gadhaba e visita del mercato tribale di Onkudelli (70 km – circa 2 ore) dove si riuniscono settimanalmente i membri delle tribù per le contrattazioni e gli scambi, e dove è possibile ammirare le donne Bonda e Gadhaba con i loro costumi tradizionali. Di origine tibeto-birmana, i Bonda sono una tribù tra le più primitive e bellicose, che ha mantenuto intatti i suoi costumi e le sue tradizioni. Vivono della caccia e della raccolta dei prodotti spontanei della terra, su inaccessibili colline a sud di Jeypore, e coltivano terreni poco fertili abbandonati dagli indù. La loro organizzazione del lavoro e le loro tecniche sono assai primitive. Noti anche come “Pigmei dell’Orissa” i Bonda parlano un dialetto che deriva dal Munda, lingua australo-asiatica, e sono un’etnia che il lungo isolamento nel corso dei secoli ha reso incomprensibili anche per altre tribù appartenenti allo stesso ceppo linguistico. Pensione completa. Pernottamento in hotel.

GIORNO 09 Venerdi 
Jeypore – Vishakapatnam e volo – Italia
Colazione e partenza per Vishakapatnam (220 Km – circa 5 ore) e lungo il percorso sosta al mercato tribale di Kunduli, punto d’incontro di tutte le etnie e principale mercato tribale dell’Orissa. Arrivo all’aeroporto di Vishakapatnam e imbarco sul volo per l’Italia.

GIORNO 10  Sabato 
Volo-Italia
Cambio aeromobile e volo per l’Italia. Fine dei nostri servizi.